L’Ipermercato Papa Francesco è il primo grande supermercato per i poveri, dove si distribuiscono gratis alimentari, abbigliamento e mobili.

Nasce a Mestre il primo Ipermercato destinato ai poveri. Chiamato Papa Francesco in onore del pontefice, occupa una superficie di oltre 3000 metri quadrati e offre alimentari, abbigliamento e mobili gratis a coloro che non hanno disponibilità economiche.

La costruzione dell’Ipermercato Papa Francesco ha preso il via tre anni fa, grazie ad un budget di 3 milioni di euro. Questa cifra è stata raggiunta grazie alle donazioni dei cittadini della zona e all’azione sul territorio della Fondazione Carpinetum e dell’Associazione Il Prossimo. I costi finali sono rientrati nella cifra stabilita all’inizio, quando il progetto è stato approvato.

Ipermercato Papa Francesco: a Mestre il primo market per i poveri

Si chiama Ipermercato Papa Francesco ed è nato a Mestre, Venezia. È il primo grande supermercato destinato ai poveri, nato grazie al contributo di migliaia di sottoscrittori e al lavoro di numerosi volontari. La struttura è simile a quella dei tanti centri commerciali sparsi sul territorio ed occupa una superfice complessiva di 3mila e 600 metri quadrati, 700 dei quali sono destinati al magazzino. Alimentari, abbigliamento e mobili sono disponibili in maniera gratuita a tutti coloro che non hanno disponibilità economiche per il normale acquisto.

Le iniziative che ci piaccionoIPERMERCATO PAPA FRANCESCO Un gigantesco ipermercato, intitolato a Papa Francesco, con…

Posted by Luca Giorgio Attivista M5S on Friday, July 2, 2021

Il grande supermercato per i poveri di Mestre ha tre aree destinate alle diverse categorie merceologiche che offre: abbigliamento maschile e femminile, mobili e arredamento per la casa, alimentari. I prodotti provengono tutti da donazioni oppure da recuperi gratuiti. Per quanto riguarda il vestiario, fa parte di donazioni di singole famiglie oppure dei brand della grande distribuzione. I mobili o i complementi d’arredo, invece, vengono donati da case, alberghi o ristoranti che ristrutturano i propri locali. Infine, per quel che concerne il cibo c’è un accordo con il Banco alimentare.

Come funziona l’ipermercato per i poveri?

La nascita dell’Ipermercato Papa Francesco di Mestre è stata una vera e propria sfida. Uno degli enti che ha fortemente voluto la sua nascita è stata la Fondazione Carpinetum, molto apprezzata nella zona. Nata nel 2006, in questi anni ha aiutato tantissime persone in difficoltà, creando anche sei centri di alloggi per anziani autosufficienti non abbienti.

Al grande supermercato possono accedere sia coloro che si trovano in una situazione di disagio che quanti vivono un momento di difficoltà economica. Soltanto il settore alimentare è destinato alle famiglie segnalate dalle parrocchie e dai centri sociali.

Il nostro sforzo è quello, attraverso la generosa attività dei volontari, di aiutare tutti. Con un sostegno concreto, ma anche con la speranza di potere aiutare le persone a non perdere la speranza di un lavoro, di una casa, di una vita migliore“, ha dichiarato Don Gianni Antoniazzi, presidente della Fondazione Carpinetum.

Fonte foto in copertina: https://www.fondazionecarpinetum.org/centro_papa_francesco/


Il Four Seasons alla conquista dell’Italia: “Stiamo cercando occasioni”

Vacanze low cost: quali sono le mete migliori dell’estate 2021?