Ventotene, isola laziale in provincia di Latina, è il luogo in cui, secondo la leggenda, Ulisse incontra le famigerate sirene nel XII libro dell’Odissea.

Ventotene, località millenaria, secondo un’antica leggenda del luogo, è stata lo scenario di uno dei più celebri episodi dell’Odissea, quello in cui si narra l’incontro fra il protagonista Ulisse e le famigerate creature mitologiche che conosciamo come sirene. L’isola tirrenica, situata nel Lazio meridionale, fa parte dell’arcipelago delle isole Ponziane. Esiste anche il comune omonimo di Ventotene, cui appartiene pure la limitrofa isoletta di Santo Stefano.

Ventotene e il racconto dell’Odissea

I ritrovamenti archeologici hanno testimoniato che Ventotene fu abitata sin dall’epoca preistorica. L’isola, importante snodo dell’antico impero romano, era in realtà già nota al tempo dei Greci, tanto da essere uno dei luoghi in cui secondo la leggenda è ambientato un episodio dell’Odissea.

Ventotene
Ventotene

L’Odissea è probabilmente uno dei più importanti poemi di tutti i tempi. Scritto da Omero, tramanda le avventure del protagonista Ulisse/Odisseo, re di Itaca e guerriero che risollevò le sorti della Grecia nella leggendaria guerra di Troia. Nel libro XII dell’Odissea si narra della famosa vicenda legata all’incontro di Ulisse con le sirene, affascinanti creature della mitologia greca, abitanti del mare e con un corpo ibrido fra una donna e un pesce.

La leggenda racconta che Ulisse giunse via mare in prossimità dell’attuale isola di Ventotene, precisamente presso gli scogli oggi noti come Sconciglie. Fu proprio lì che il suo equipaggio fece il celebre incontro con le sirene.
Il mito riporta che, tramite l’ingegnosa trovata di applicare alle orecchie dei tappi di cera, Ulisse assecondò la propria proverbiale curiosità, riuscendo a non cedere al loro canto ammaliante e letale.

L’isola di Ventotene oggi

L’isola di Ventotene si trova in provincia di Latina, esattamente a metà tra le famose località turistiche di Ponza e Ischia. L’omonimo comune conta meno di 800 abitanti e detiene due primati: è il centro abitato più a sud del Lazio e anche il meno popoloso dell’intera regione.

È immersa in un mare purissimo, la cui fauna ittica è così ricca da aver fatto guadagnare a questi luoghi il titolo di Riserva Naturale Statale. A costituire l’Area Marina Protetta non è solo Ventotene, ma anche la vicina e minore isoletta di S. Stefano.

Le caratteristiche di questo mare limpido e incontaminato lo hanno reso una meta privilegiata e esclusiva per gli amanti dell’immersione subacquea. Però, Ventotene non è solo questo: a renderla una località agognata per migliaia di turisti ci sono innumerevoli fattori.

Basti pensare, per esempio, alle sue splendide e particolari spiagge, quasi mai raggiungibili a piedi e caratterizzate da spettacolari fondali, varie tipologie di grotte, scorci di tufo e basalto, e dalla possibilità di imbattersi in numerose specie ittiche dai meravigliosi colori.

ultimo aggiornamento: 09-04-2021


IMU seconda casa, per il 2021 potrebbe essere dimezzata

La fascia da capitano gettata da Ronaldo in campo è stata venduta all’asta