Buone notizie per chi ha sognato almeno una volta di vivere in un’isola in mezzo al mare: ecco una lista delle più economiche.

Alzi la mano chi, almeno una volta, non abbia desiderato mollare tutto e trasferirsi in un’incantevole isola in mezzo al mare, meglio ancora se nell’Oceano. In un periodo come quello che stiamo vivendo, in cui lo smart working la fa da padrone, questo sogno potrebbe persino concretizzarsi in un progetto. Eppure, non è certo un’ambizione alla portata di tutte le tasche. Per questo motivo, il magazine International Living ha stilato una lista delle isole al mondo più economiche dove trasferirsi, dando a tutti (o quasi) quantomeno la possibilità di sperarci. Vediamole insieme!

L’isola vietnamita di Phu Quoc

Secondo International Living nell’isola del Vietnam che porta il nome di Phu Quoc si potrebbe facilmente trasferire una coppia con un reddito complessivo di 1000 euro mensili (a una sola persona basterebbero 500 euro al mese). Considerando che un intero pasto per due non supera la cifra dei 25 euro, capiamo bene che Phu Quoc è realmente alla portata di tanti.

Phu Quoc è la più grande isola del Vietnam, ma conta una popolazione di appena 100mila abitanti. Questo la rende una meta ideale per chiunque desideri un soggiorno all’insegna della tranquillità, tra paesaggi mozzafiato, decine di diverse spiagge e riserve naturali.

La Colòn Island a Panama

L’isola di Colòn è una delle terre emerse dell’arcipelago delle Bocas del Toro. Il luogo fa parte della Repubblica sudamericana di Panama. La popolazione locale, in questi luoghi magnifici, vive essenzialmente delle attività legate alla pesca.

A Colòn Island una coppia potrebbe vivere serenamente per un mese con 1200 euro. Cambia leggermente il discorso per il singolo, che dovrebbe recepire un reddito di 1000 euro mensili per potere godere di questa straordinaria bellezza.

Malesia: l’isola di Penang

L’isola asiatica di Penang è uno degli stati federati della Malesia. Celebre per le sue specialità gastronomiche, è una meta prediletta da tanti pensionati statunitensi.

Rispetto alle precedenti risulta leggermente più dispendiosa in termini economici: è necessario, per vivere qui, un importo di circa 1300 euro al mese. Quello che si guadagna, però, non ha prezzo: la magia e la calma più totale di un’isola davvero “da cartolina”.

Caye Caulker nel Mar dei Caraibi

Caye Caulker si trova a 10 kilometri al largo della costa del Belize, nello splendido Mar dei Caraibi. Basta pensare al suo motto ufficiale, “We Go Slow”, per assaporare la sensazione di soggiornare in un luogo fuori dal tempo.

La cifra media richiesta per soggiornare nell’incantevole Caye Caulker è di circa 1300 euro al mese per due persone. Quest’isola è la scelta perfetta per chi desidera una fuga dagli stressanti ritmi cittadini.

Koh Samui sul golfo di Thailandia

La seconda isola più grande di tutta la Thailandia, Koh Samui, chiude in bellezza la classifica delle isole più economiche del mondo in cui trascorrere lunghe vacanze o addirittura trasferirsi a vivere. Essa è caratterizzata da una natura selvaggia e rigogliosa: baie, cascate, spiagge bianchissime e immense giungle.

Nonostante le grandi dimensioni, il luogo non risulta mai essere troppo affollato da cittadini e turisti. Qui, una coppia può vivere comodamente con 1250 euro mensili, e con una spesa di poco superiore la comodità può addirittura avvicinarsi al vero e proprio lusso.


Il taxi solidale a Milano offre viaggi gratis per le fasce deboli: i numeri di un successo

In Sicilia nasce una foresta alimentare da un terreno confiscato alla mafia