Dalla Maremma al mare, alla piana del Valdarno: gli itinerari alla portata di tutti per scoprire i paesaggi toscani camminando 4-6 giorni.

Se pensiamo a un itinerario italiano da percorrere a piedi ci viene sicuramente in mente quello della via Francigena, che attraversa l’intera penisola e che, passando per Svizzera e Francia, giunge sino all’Inghilterra. L’Italia però abbonda di altri percorsi adatti alla curiosità dei “pellegrini” contemporanei, sebbene non siano altrettanto famosi quanto quello appena citato. Senza dubbio il territorio toscano è uno di quelli che meglio si presta alle avventure con zaino in spalla.

La guida Toscana a Piedi

La manager Milena Romano, insieme al marito Vincenzo Moscati, è autrice di una guida il cui titolo è Toscana a piedi (pubblicato dalla casa editrice Terre di mezzo). Ne esiste anche una versione mobile: l’applicazione si chiama Percorsi di terre e si può scaricare gratis da App Store o Google Play.

Donna che fa trekking
Donna che fa trekking

La guida suggerisce itinerari di cui di seguito proporremo degli estratti. Si tratta di percorsi già esistenti, ma spesso collegati ad altri cammini o sentieri CAI (Club Alpino Italiano); i due autori hanno lavorato a lungo per individuare quelli più belli della loro regione, la Toscana. Nella guida ci sono consigli anche sulle varie strutture in cui pernottare o semplicemente concedersi degli intervalli di (meritatissimo) relax.

Valdarno Inferiore

È un itinerario che parte da Pisa per giungere sino al capoluogo toscano, Firenze. In auto il tragitto richiederebbe due ore o poco più, mentre il percorso a piedi può essere svolto in circa sei giorni.

Chiesa di Pisa al tramonto
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/chiesa-torre-viaggio-religione-4819291/

I terreni della valle dell’Arno sono quasi tutti in pianura, per cui la percorribilità è davvero alla portata di tutti. L’itinerario è adatto soprattutto per chi ha voglia di scoprire bellezze storiche e culturali.

Fra le prime tappe, partendo dalla città di Pisa, vi è l’antico borgo di Montemagno, nei monti pisani. Da qui si continua attraversando lo splendido Parco naturale del monte Serra. Ulteriore tappa di notevole rilevanza storica è Vinci, il paese di Leonardo, dove si trova il famoso Museo Leonardiano.

Prima di giungere a Firenze bisogna passare per le pittoresche colline toscane, con la possibilità di pernottare nella cittadina di Signa, celebre per l’artigianato legato ai cappelli di paglia.

La costa degli Etruschi

Questa volta l’itinerario proposto ha una caratteristica singolare, quella di essere interamente vista mare. Il cammino costiero comincia a Castiglione della Pescaia per terminare nella città di Piombino. La durata, leggermente minore rispetto al precedente percorso, si aggira intorno ai quattro giorni.

Sarebbe ideale compiere questo cammino durante la primavera, così da poter assaporare a pieno la bellezza delle spiagge e dei boschi ombreggiati di questo rinomato tratto di costa tirrenica. Fra le tappe troviamo anche l’area naturalistica della Diaccia Bortona, nota a chi pratica bird watching.

Dalla Maremma al mar Tirreno

Anche questo percorso, come quello della costa degli Etruschi, può essere completato nel giro di quattro giorni. Il punto di partenza è Radicofani in Val d’Orcia e quello conclusivo Montemarano, nei pressi delle Terme di Saturnia.

Questa volta il target principale è quello degli amanti della natura, che avranno modo di inoltrarsi nel cuore pulsante della Maremma Toscana. Tra le mete più suggestive il borgo di Sorano, in cui si possono tutt’ora visitare la sinagoga e il forno delle azzime, lasciti del vecchio quartiere ebraico risalente al 1600.


Europei 2021, la guida completa: calendario, città e partite della Nazionale

Il mondo delle aste di orologi di lusso è un trend in continua crescita