Marina Caprotti, figlia del fondatore Bernardo, assume la guida operativa del gruppo Esselunga, subentrando all’ingegnere Sami Kahale.

Più la conosci, più ti innamori“, recita il claim dello spot Esselunga, ma la storia d’amore tra l’amministratore delegato, Sami Kahale e il gruppo è durato solo tre anni: come riporta Il Corriere della Sera, all’ingegnere subentra Marina Caprotti, figlia del fondatore Bernardo. La catena ha sciolto consensualmente – come è stato precisato in una nota – il rapporto con l’attuale amministratore delegato, affidando a Marina Caprotti la guida operativa del gruppo. La figlia del defunto patron ha 43 anni ed era già stata nominata Presidente Esecutivo del Gruppo dal consiglio di amministrazione a giugno 2020.

Marina Caprotti nuovo amministratore delegato di Esselunga

Esselunga è posseduta per il 70% dalla seconda moglie di Caprotti, Giuliana Albera e dalla loro figlia Marina, mentre il restante 30% è detenuto dai due figli di Caprotti, nati dal suo primo matrimonio, Giuseppe e Violetta.

Carrello della spesa
Carrello della spesa

Nel 2020, la madre di Marina, Giuliana, è diventata presidente onoraria, mentre il marito, Francesco Moncada di Paternò, è entrato a far parte del consiglio di amministrazione. Dopo la morte di suo padre, a Marina e sua madre è stata concessa un’opzione call per rilevare gli investitori di minoranza entro quattro anni.

La storia di Esselunga

Esselunga Spa è un’azienda italiana, fondata nel 1957 da Bernardo Capriotti, che opera nella grande distribuzione nel nord e centro Italia con supermercati e ipermercati sparsi in questa fetta di territorio. La società nonostante la pandemia di Coronavirus, ha ottenuto buoni guadagni anche nell’anno 2020, in cui si sono verificate chiusure massicce per molte attività.

Il fatturato, relativo all’anno 2020, ammonta, infatti, a quota 8,4 miliardi di euro, mentre il margine operativo lordo è stato di 718,2 milioni (8,6% del fatturato) rispetto a 716,9 milioni (8,8%) del 2019.

Secondo quanto riporta IlSole24Ore, sembra che anche Amazon sia interessato all’acquisizione di Esselunga e che non sarebbe l’unico: si parla, infatti, anche di un altro colosso a stelle e strisce, come Walmart!


Cos’è Made Green in Italy, il marchio di certificazione d’eccellenza ambientale dei prodotti italiani

Olimpiadi di Tokyo 2020, regole per il pubblico: massimo 10.000 persone