Lo rivela un’analisi del portale Immobiliare.it sul numero di ricerche fatte dagli utenti sulla distanza casa-lavoro: Milano la città dove si pedala di più.

Milano è la città d’Italia nella quale si va più in bici. Lo rivela un’analisi di Immobiliare.it pubblicata in occasione del 3 giugno, la Giornata mondiale della bicicletta. Il sito ha preso in esame i dati relativi alle città capoluogo in cui gli utenti del portale hanno usato maggiormente il servizio che permette di cercare casa a 10, 20, 30 o 45 minuti di distanza in auto, in bici o a piedi da un punto selezionato.

Milano, bici usata più che altrove

L’indagine di Immobiliare.it rileva che il 23% di tutte le ricerche per la bici si concentra a Milano. È nel capoluogo lombardo che il maggior numero di utenti utilizza la bicicletta per spostarsi da oppure verso l’area in cui si desidera abitare o il luogo di lavoro.

Al secondo posto c’è Roma con un distacco di 15 punti percentuali. Terza si piazza Torino, al 4% delle ricerche effettuate dai visitatori attivi sul sito. La sorpresa è Como in quarta posizione con il 3%, seguita da Bologna, Firenze, Trieste e Padova. Purtroppo nelle prime 10 posizioni non c’è alcuna città del Sud.

Una donna in bici a Milano
Milano città green e a misura di bici

Il primato di Milano in questo settore non sorprende. Le amministrazioni hanno realizzato nel corso degli ultimi anni numerosi interventi per rendere ciclabile il territorio cittadino. Il Comune, in collaborazione con AMAT e ATM, ha lanciato un geoportale che segnala in una mappa tutte le stazioni di bike sharing e i percorsi delle piste ciclabili della città.

Inoltre Città Metropolitana ha approvato “Cambio“, un progetto da 250 milioni di euro per creare una rete di piste ciclabili connesse l’una all’altra e coprire 750 chilometri tra Milano e hinterland. La prima tratta sarà operativa nell’estate 2022 e unirà il centro con l’Idroscalo e Segrate.

Milano nel 2035 sarà ancora più a misura di bici

Quando “Cambio” sarà completato nel 2035 con 24 linee di cui 4 circolari, 16 radiali e 4 greenways super veloci, l’ecosistema connetterà tutti e 133 i comuni del territorio. Il progetto prevede che scuole, ospedali e interscambi con le linee ferroviarie e della metro siano nel raggio di un chilometro di ogni punto d’accesso. Insomma, Milano è sempre più a misura di bici.

Tutti i progetti recentemente approvati e sviluppati – da Strade aperte con le zone 30 (le corsie con divieto di superare i 30 km/h) ad AbbracciaMi, l’itinerario di 70 chilometri da percorrere in bici senza mai uscire dalla città – spingono in tal senso, aprendo le porte a un futuro di mobilità sostenibile.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 08-06-2022


L’Unione Europea dà l’ok: dal 2023 la Croazia adotterà l’Euro

Parco Santacroce, apre a Carpi l’innovativo polmone verde di comunità