I monopattini elettrici, protagonisti della nuova mobilità urbana, hanno finalmente un decalogo di regole per guidare in sicurezza.

I monopattini elettrici che circolano nelle grandi città italiane ormai non sono più una novità. Molti di quelli che vediamo sono di proprietà dei conducenti, ma sono tantissime le aziende che offrono la possibilità di noleggiarli (a volte anche a lungo termine).
Nel codice della strada i monopattini non sono ancora stati totalmente regolamentati: per adesso sono equiparati ai velocipedi come le biciclette, purché rispettino determinati requisiti. Per orientarsi meglio e per viaggiare in sicurezza, tuttavia, ci sono a disposizione delle utili regole da seguire.

Come guidare il monopattino elettrico: regole in sicurezza

Negli ultimi anni c’è stata una crescita esponenziale di chi ha scelto di guidare, o anche solo provare, un monopattino elettrico per i suoi spostamenti cittadini.
Tuttavia, il fatto che questi veicoli siano sprovvisti di targa, spesso ha autorizzato molti a farne un uso tutt’altro che corretto. Numerosi sono i siti (come il Club Italiano Monopattino Elettrico) e le aziende produttrici di monopattini che hanno stilato delle regole e dei vademecum a disposizione dei guidatori.

Monopattino elettrico
Monopattino elettrico

Ecco quali sono le 10 regole cui ogni conducente di un monopattino elettrico dovrebbe attenersi:

– Il monopattino non può essere guidato da minori di 14 anni.

– Fino ai 18 anni di età sussiste l’obbligo di utilizzare il casco, ma è consigliato usarlo in ogni caso.

– Non si può salire sul monopattino in due o più persone.

– Non bisogna mai superare i 25 km/h quando si circola su strada. Nei percorsi ciclabili e pedonali il limite di velocità scende a 6 km/h.

– Non si può guidare sui marciapiedi, né lungo le corsie riservate ai mezzi di trasporto.

– Il parcheggio può sempre avvenire negli stalli di sosta specifici per le biciclette. Se lo si vuole parcheggiare a lato strada, bisognare controllare che non sia di intralcio ai passanti o ai veicoli.

– È vietato l’utilizzo in condizioni meteorologiche quali pioggia battente o neve.

– Non si può guidare in stato di ebrezza.

– Nel caso in cui vi sia scarsa visibilità, il conducente è tenuto a indossare del materiale retroriflettente, e tenere accese le luci anteriore e posteriore del monopattino.

– I monopattini elettrici devono circolare sempre su un’unica fila e mai uno di fianco all’altro; il conducente deve sempre impugnare il manubrio con entrambe le mani.

Come funziona il noleggio?

I monopattini elettrici hanno sicuramente il grande vantaggio di poter essere trasportati facilmente, e quindi usati in associazione ai mezzi pubblici. In questo modo si riduce drasticamente il tempo di percorrenza dei tragitti urbani. 

Tuttavia, ciò per cui si prestano meglio sono gli spostamenti di breve durata. Infatti, la maggior parte dei monopattini che vediamo “sfrecciare” nelle nostre strade è messa a disposizione dalle varie società di sharing.

Il noleggio si può attivare in pochi secondi tramite i nostri smartphone. Di solito è sufficiente effettuare il download dell’app dell’operatore di sharing che preferiamo e associare una carta di pagamento. Una mappa virtuale segnalerà tutti i veicoli nelle immediate vicinanze e attraverso il bluetooth è possibile sbloccare il monopattino che abbiamo selezionato.

Una novità degli ultimi mesi è quella del noleggio a lungo termine. Alcune aziende offrono degli abbonamenti grazie ai quali, con una quota mensile, si può usare il monopattino affittato come se fosse di proprietà. Le società proprietarie spesso si occupano anche della sostituzione o riparazione del mezzo.


Pace fiscale, il maxi condono che prevede la cancellazione di 15 anni di tasse

Mattarella premia gli Alfieri della Repubblica 2021: ecco i 28 ragazzi anti-Covid