Il Presidente ha premiato 28 eroi coraggiosi e solidali tra gli 11 e i 18 anni con il titolo di Alfieri della Repubblica 2021: ecco chi sono e perché hanno ricevuto il riconoscimento.

Sergio Mattarella ha premiato gli Alfieri della Repubblica 2021. Nel corso di una cerimonia ufficiale, il Presidente della Repubblica ha conferito gli attestati d’onore ai 28 ragazzi che nel corso dell’anno passato si sono distinti per l’impegno profuso e le loro azioni altruiste e coraggiose.

Insieme ai 28 giovani anti-Covid, sono state assegnate anche tre targhe per azioni collettive ai promotori milanesi di PC4U.Tech (la catena solidale per donare e ricevere computer), ai ricostruttori di banchi dell’Istituto Casanova di Napoli e ai produttori di gel igienizzante dell’Istituto Tecnico “Galileo Galilei” di Bolzano.

Chi sono i 28 Alfieri della Repubblica 2021?

I 28 Alfieri vanno dagli 11 ai 18 anni e sono stati salutati da Sergio Mattarella come i ragazzi che “rappresentano, attraverso la loro testimonianza, il futuro e la speranza in un anno che rimarrà nella storia per i tragici eventi legati alla pandemia”. Ecco i loro nomi e le motivazioni del riconoscimento.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Riccardo Amicuzi

È un 14enne di Porto di Potenza Picena, in provincia di Macerata, premiato “per la passione e l’impegno che sostengono, sin da giovanissimo, la sua vocazione di narratore. Con sensibilità ha indagato storie di persone e comunità e le sue qualità di giovane scrittore hanno già meritato numerosi e pubblici apprezzamenti”.

Silvia Artuso

Durante il lockdown, questa bambina di 9 anni di Albino, in provincia di Bergamo, ha inviato ogni giorno ai propri compagni di classe la videoregistrazione della lettura di un libro a lei caro. Il suo impegno e la sua costanza “sono diventati un esempio e un incoraggiamento in momenti drammatici per tutta la comunità civile”.

Diego Barbieri

Il 14enne di Ceranesi, vicino Genova, è un appassionato di montagna diventato “esempio di resilienza e riscatto”, nonostante da quando ha 8 anni un incidente gli impedisce di camminare. Diego si è fatto testimone “non solo dei percorsi tra le bellezze naturali ma anche di importanti valori sociali”.

Niccolò Brizzolari

Questo 18enne di Rovigo ha realizzato un audiolibro di Uno, nessuno e centomila di Pirandello e l’ha offerto gratis alle persone che non riescono più a leggere in autonomia. Mattarella l’ha premiato “per il senso civico e la solidarietà espressi in attività in favore degli anziani e nell’impegno sui temi ambientali”.

Maria Piera Calandra

La 16enne di Alcamo, in provincia di Trapani, sta prestando generosamente volontariato dall’inizio dell’emergenza COVID-19. La motivazione del premio spiega che “si è resa disponibile ad ogni attività di assistenza e di supporto in favore delle persone più vulnerabili e la sua gentilezza è stata di conforto per molti”.

Giulio Carchidi

Da Gasperina, provincia di Catanzaro, questo ragazzo di 18 anni “insieme al gruppo giovani dell’Avis ha contribuito alla raccolta del sangue in un periodo in cui ne era emersa una carenza”.

Lida Michela Carullo

Sempre in Calabria, questa 15enne di Vibo Valentia ha scritto un romanzo pieno di speranza per il futuro intitolato Immersa nel caos, aiutato una compagna di classe vittima di cyberbullismo e coinvolto amici e istituzioni “attorno al valore dei libri come collanti nella vita di comunità”.

Giuseppe Cassano

A soli 16 anni, questo ragazzo di Ruvo di Puglia “ha partecipato alla rete di solidarietà che ha consentito di rafforzare i presidi medici e gli strumenti di protezione nella prima fase della pandemia, quando questi presidi erano particolarmente carenti”. Giuseppe è infatti riuscito a produrre visiere di protezione per il personale medico e infermieristico con una stampante 3D.

Silvia Cavalleri

La 13enne di Pedrengo, provincia di Bergamo, è riuscita a comunicare con un compagno disabile e orfano di padre, rimasto isolato durante il lockdown. Silvia è premiata “per essere stata capace di scavalcare un muro di dolore e di offrire un sorriso a un amico”.

Alice Chiozza

Questa 18enne di Piacenza è stata volontaria giorno e notte per la Protezione civile dell’Agesci. “Grazie al suo lavoro organizzativo e di coordinamento – recita la motivazione – tanti scout sono riusciti ad alleviare le difficoltà di persone costrette a casa e in stato di bisogno”.

Francis Fernando Chkrawarthige Praveen

Residente a Pove del Grappa, questo ragazzo di 17 anni aiuta poveri e anziani come volontario. “La sua capacità di ascolto – si legge nella motivazione – lo rende interlocutore apprezzato da chi si trova in condizione di bisogno, ma anche degli adulti che organizzano i servizi di assistenza”.

Angelo De Masi

In tempi di DAD, questo 18enne di Trani aiuta i compagni in difficoltà con cellulare e computer per le video-lezioni. “Grazie ai suoi interventi e alla sua amichevole disponibilità – spiega la motivazione –, tanti ragazzi hanno potuto evitare una esclusione dalla didattica a distanza”.

Martina Di Vardo

La poetessa 17enne di Castel di Lama, in provincia di Ascoli, è Alfiere “per l’impegno e il senso di solidarietà con cui ha preparato spettacoli che avevano come protagonisti bambini in difficoltà” e “per le qualità e la sensibilità espresse nelle sue poesie”.

Maria Sole Franceschi

Questa 18enne di Firenze è attiva al centralino e sui social della Croce Rossa di Firenze. Grazie ad un mix di creatività e competenza, fa conoscere “i corretti comportamenti al fine di ridurre il rischio di contagio” e incoraggia alla donazione del sangue.

Antonio Maria Granieri

Con l’associazione Down Dadi di Padova, questo 17enne di Vigonza supporta i compagni con disabilità intellettiva, incentivandoli a socializzare con i coetanei e ad esprimere la loro creatività.

Andrea Lo Guzzo

Da Nicosia, in provincia di Enna, questo 17enne siciliano ha mostrato un enorme senso civico aiutando la polizia a rintracciare il responsabile di un incidente in cui è rimasto coinvolto un bambino di 8 anni.

Francesco Maura

Il 18enne di Frosinone che promuove la tecnologia a scuola e tra i suoi coetanei. Francesco è stato premiato “per le sue spiccate qualità digitali, per le capacità di progettazione e di realizzazione di strumenti innovativi volti anche a superare divari e problemi sociali”.

Simone Moi

Ha appena 12 anni questo ragazzo di Tarquinia appassionato di equitazione, che tramite lo sport “trae spunti ed esperienze che gli permettono di sensibilizzare i coetanei sulle tematiche della disabilità”.

Elena Mora

Questa ragazza parmigiana ha scritto un libro fantasy, Le cronache dell’Awad, a soli 13 anni. Il Presidente della Repubblica l’ha quindi premiata “per il suo impegno e le sue qualità di scrittrice, coltivate sin da quando era più piccola e ora sbocciate nel primo romanzo”.

Giulia Muscariello

È la 18enne di Cava de’ Tirreni che ha perso una gamba per salvare un’amica, investita da un’automobile fuori controllo. La medaglia è “per il coraggio e l’altruismo mostrati”.

Davide Paladini

L’11enne milanese che, pur soffrendo di un disturbo dello spettro autistico, ha messo a disposizione le conoscenze acquisite per un compagno con problemi di inserimento. La motivazione è “per l’impegno e la forza di volontà” messe in mostra.

Mattia Piccoli

Ad appena 11 anni, Mattia si è ritrovato nella sua casa di Concordia Sagittaria a vivere un’esperienza più grande di lui: la malattia del papà, affetto da Alzheimer. Mattarella gli ha riconosciuto “l’amore e la cura con cui segue quotidianamente la malattia del padre e lo aiuta a contrastarla”.

Luisa Rizzo

Questa 18enne leccese di San Pietro in Lama è un’abilissima pilota di droni. “Pur costretta sulla carrozzina – recita la motivazione –, è riuscita a raggiungere primati di velocità e anche a realizzare filmati molto originali e apprezzati sulle bellezze della propria terra, il Salento”.

Aruna Rossi

A Cento, provincia di Ferrara, questa ragazza di 18 anni si è dedicata con la sua associazione al dialogo con gli anziani costretti all’isolamento a causa della pandemia. Questo programma epistolare è diventato il progetto “Amici di penna” e le ha fatto guadagnare l’attestato d’onore.

Ginevra Scudiero

Giovane operatrice della Croce Rossa di Torino, la 17enne aiuta con pacchi alimentari e farmaci le persone in maggiore difficoltà. “Il suo impegno di volontaria – si legge nella motivazione – è stato particolarmente prezioso per reperire farmaci gratuiti ai malati indigenti”.

Davide Siciliano

Durante il lockdown, questo 17enne di Brescia si è offerto di portare la spesa e i medicinali a casa di anziani e persone in difficoltà. Viene premiato anche perché ha impostato e seguito i canali web utili alla DAD per amici dell’oratorio e compagni di scuola.

Giuseppe Varone

Ad Aosta questo 18enne con un disturbo dello spettro autistico ha seguito per intero il programma della didattica a distanza e ha incoraggiato i compagni a fare lo stesso. Grazie al suo impegno “è riuscito a trasformare la sua condizione di difficoltà in una opportunità di crescita”.

Matteo Zini

Questo 15enne di Casalecchio di Reno è stato operativo alla Croce Rossa di Bologna nel periodo del lockdown. Riceve il premio perché “chiamando al telefono gli anziani isolati in casa, è riuscito a far recapitare la spesa, a fornire le medicine necessarie, e non di rado anche a favorire la visita del medico specialistico”.

ultimo aggiornamento: 17-03-2021


Monopattino elettrico: le regole per guidarlo in tutta sicurezza

Il vaccino si fa in auto: inaugurato il Drive through a Milano