Nell’anno del suo centenario, la storica pista italiana entra nel Metaverso: è il primo circuito ad abbracciare questa rivoluzione digitale.

Domenica 11 settembre si corre il Gran Premio d’Italia 2022. L’attesa non è soltanto per la prova delle Ferrari nel GP di casa, ma per quello che succederà all’Autodromo Nazionale di Monza. Nell’anno del suo centenario, la storica pista diventa infatti un Meta Circuit. Il tempio della velocità entra ufficialmente nel Metaverso e sarà ricreato completamente nella realtà virtuale, consentendo agli appassionati di visitare il tracciato da remoto nella sua interezza.

Monza, autodromo diventa Meta Circuit

L’autodromo italiano è il primo circuito ad abbracciare questo innovativo esperimento digitale. I tifosi, semplicemente con smartphone ed avatar, potranno partecipare ad eventi e contest legati al motorsport, visitare la pista e le strutture riprodotte in tre dimensioni. Il Metaverso italiano scelto per questo progetto è The Nemesis, la piattaforma creata da Alessandro De Grandi e Riccardo Zanini.

The Nemesis si appoggia alla blockchain di Ethereum, ma va oltre il mondo delle cripto valute e degli NFT. Si tratta di un ecosistema web 3.0 che unisce l’architettura della gamification alle funzionalità di un social network. Il Meta è accessibile da browser e da smartphone, con l’app disponibile in download gratuito sia su App Store che su Google Play. Dietro questa creatura c’è Undo Studios, la società con sede a Lugano che De Grandi e Zanini hanno fondato con Deborah Martino.

L'Autodromo Nazionale di Monza dall'alto
L’Autodromo Nazionale di Monza dall’alto

Entrando dentro The Nemesis, gli utenti possono scegliere un avatar e accedere ad un mondo virtuale e interattivo. Tra le strutture visitabili c’è appunto l’autodromo di Monza, dove gli user sperimenteranno un’esperienza immersiva e incontreranno altri appassionati. La realizzazione del Monza Meta Circuit è stata affidata alla start up italiana Rocket Dreams attraverso Nfactory, la factory specializzata nel supporto ai brand per l’ingresso nel Metaverso.

Rocket Dreams e Nfactory hanno messo a punto la progettazione degli ambienti virtuali e delle esperienze offerte ai visitatori con il supporto di Wheelz Magazine per la brand strategy. Wheelz è la rivista online mensile che si occupa di motor-culture a 360 grandi.

Monza, circuito virtuale è un altro primato

Lo scorso anno siamo stati i primi a lanciare gli NFT del circuito e da settembre saremo presenti nel Metaverso, segnando ancora una volta un primato – ha spiegato Alessandra Zinno, Direttore Generale dell’Autodromo Nazionale, al Giffoni Film Festival –. Il Monza Meta Circuit fornirà nuove opportunità di interazione non solo con il pubblico, ma anche con clienti e sponsor”.

Alla realtà, uniremo le esperienze nel mondo virtuale che ci consentiranno di coinvolgere gli spettatori in eventi studiati appositamente per il Metaverso e fornire allo stesso tempo una nuova opportunità di visibilità per i brand – ha aggiunto Zinno a Giffoni –. Nelle prossime settimane illustreremo tutte le possibilità che offriremo ai nostri appassionati”.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 09-09-2022


Anghiari tra le 15 città più belle d’Europa: la lista completa della CNN

I Wanna Be Your Slave, tutto sul video dei Maneskin che ha vinto agli MTV VMAs 2022