Il Natale 2021 si sta avvicinando, ma il Covid è ancora presente: ci saranno restrizioni? Diamo uno sguardo alle previsioni.

Tra poco tempo sarà Natale e, rispetto al 2020, la situazione pandemica da Covid-19 è decisamente migliorata. Eppure, per le festività natalizie del 2021 ci sono pareri opposti in merito ai festeggiamenti. La domanda è soltanto una: potremo brindare in totale libertà o dovremo ancora fare i conti con restrizioni per pranzi e cenoni? Diamo uno sguardo alle previsioni degli esperti.

Natale 2021 e Covid: la situazione

Il Natale 2021 è alle porte e, in men che non si dica, ci ritroveremo alla classica corsa ai regali, ad addobbare casa e a pensare cosa preparare da mangiare. Rispetto allo scorso anno, quando le persone che sono state alle regole hanno rispettato le limitazioni imposte dal Governo, queste festività natalizie si prospettano diverse. Al momento, infatti, l’andamento dei contagi da Covid-19 sono sotto controllo e la maggior parte della popolazione è vaccinata (circa il 75%). Questo fa ben sperare che, entro due mesi, le persone vaccinate rappresentino il 90%. Di questo è convinto Sergio Abrignani, immunologo dell’Università di Milano e membro del Comitato tecnico scientifico. Intervistato da Repubblica, ha dichiarato che questo inverno sarà molto più tranquillo del precedente perché avremo almeno l’85% di vaccinati, con il picco del 90% proprio a Natale. Pertanto, le festività sarebbero investite da pochissime, se non da zero, restrizioni.

Se la situazione dovesse essere davvero quella descritta da Abrignani, viene da pensare che il Natale 2021 possa essere quasi Covid free. Eppure, non è così. Altri esperti non sono affatto d’accordo a questo liberi tutti. Il virologo Fabrizio Pregliasco, ad esempio, ha consigliato di continuare a tenere la guardia alta. Nel corso di un intervento su Rai Radio 1, in riferimento ad eventuali pranzi o cenoni natalizi, ha tuonato: Non bisogna eccedere, al massimo 6 o 8 persone“.

Cenone di Natale
Cenone di Natale

Natale 2021 con il Covid: tra previsioni rosee e scenari catastrofici

Mentre Abrignani crede che il Natale 2021 sarà molto free, Pregliasco è più ‘restrittivo’. A suo dire, intorno alla tavola imbandita con le migliori prelibatezze dovrebbero essere sedute al massimo 8 persone per casa. In un secondo momento, poi, ha addirittura suggerito: “Meglio fare su Zoom o Skype, come stiamo facendo adesso“. In mezzo a questa confusione generale, la domanda sorge spontanea: come dobbiamo prepararci alla festività del 25 dicembre? La risposta, forse, più sensata arriva dal sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

Salvo che non accadano cose strane, come una nuova variante, potremmo fare un cenone in libertà. Ancora però ci saranno il distanziamento, la mascherina e il green pass“, ha dichiarato Sileri su Radio 105. Speriamo davvero che l’ottimismo del sottosegretario alla Salute corrisponda alla realtà.

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 04-11-2021


Internet delle cose, l’Expo 2021 al via in Cina: in mostra l’industria dello Iot

Doppio bonus senza Isee: come funziona l’incentivo per le vacanze di Natale 2021