Indossare al polso sinistro i nostri inseparabili orologi è ormai tradizione consolidata: scopriamo il perché di questa consuetudine.

L’orologio da polso è un oggetto che ormai tutti possediamo. Oltre alla sua fondamentale funzione, esso è anche (talvolta soprattutto) un accessorio che comunica eleganza e aderenza ai dettami della moda. Ne esistono infinite varietà: da quello sportivo, a quello lussuoso, a quello casual, ai super tecnologici smartwatch. Ci è stato sempre insegnato che va indossato rigorosamente al polso sinistro, ma quali sono i motivi di questa regola “secolare”?

Perché l’orologio si porta a sinistra?

Sebbene non ci sia una nessuna regola scritta ad imporre che l’orologio si indossi a un polso piuttosto che a un altro, la convenzione più diffusa lo vuole da sempre a sinistra.

Orologio da polso uomo
Orologio da polso uomo

La ragione, in realtà, risale a un passato in cui gli orologi erano molto diversi da quelli che conosciamo. Originariamente, infatti, essi erano “a carica” e c’era bisogno di maneggiarli anche più volte durante il giorno.

Questa necessità rendeva ovviamente preferibile indossarlo a sinistra e lasciare libera la mano destra, così che si potesse caricarlo comodamente in qualsiasi momento. Il discorso valeva chiaramente soltanto per i destrorsi, che costituiscono la maggior parte della popolazione.

Esistono dei reali vantaggi nell’indossare l’orologio a sinistra?

Portare l’orologio a sinistra comporta effettivamente alcuni benefici pratici. Ovviamente, tali vantaggi sussistono solo nel caso in cui a indossarlo sia una persona destrorsa, e non un mancino.

Innanzitutto, permette di lasciare libera la mano destra, se è quella dominante. In questo modo diventa più facile compiere qualsiasi azione quotidiana, che sia scrivere o cucinare, e in cui un oggetto come l’orologio potrebbe essere d’intralcio. Di conseguenza, sarà anche più agevole controllare l’ora dal polso libero, mentre con l’altro siamo impegnati in un’attività manuale.

Un’altra fondamentale ragione risiede nel fatto che la stragrande maggioranza dei modelli ha la corona (la rotellina per spostare manualmente le lancette) sulla parte destra del quadrante. Indossandolo a sinistra, si può cambiare l’ora tramite la mano destra senza dover sfilare il cinturino.

Un ulteriore motivo per non portare l’orologio a destra è che in questa maniera l’oggetto sarebbe più esposto a urti, graffi o rotture accidentali. Indossarlo vicino alla mano che è meno attiva ci aiuta sicuramente a preservarlo.


Vaccini: il report aggiornato in tempo reale

L’avocado siciliano rispetta l’ambiente: perché dobbiamo metterlo nel carrello della spesa?