L’avocado siciliano è il più rispettoso dell’ambiente. Ecco i motivi per cui dobbiamo preferirlo a quello estero al momento dell’acquisto.

Negli ultimi anni come non mai, alcuni cibi che prima conoscevamo a malapena sono comparsi sulle nostre tavole. Tra questi c’è l’avocado, considerato da parte dell’ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) un “prodotto significativo” nella spesa degli italiani. Pensando a questo prelibato frutto tropicale difficilmente ci viene in mente che la nostra cara Sicilia ne produce una varietà ottima. Non solo, l’avocado siciliano è anche più rispettoso dell’ambiente. Scopriamo insieme quali sono i motivi che lo rendono tale.

Avocado siciliano: perché è più rispettoso dell’ambiente?

L’avocado siciliano, coltivato da decenni nelle zone più calde dell’isola italiana, rispetta l’ambiente. Il primo motivo può essere facilmente intuibile e riguarda il suo essere nostrano. Questo significa che, per arrivare sulle nostre tavole, il frutto verde percorre meno chilometri. Di conseguenza, c’è un minore impatto di CO2 nell’atmosfera.

pianta avocado
pianta avocado

In secondo luogo, l’avocado siciliano, un po’ come accade anche con le fragole made in Italy, segue una coltivazione che rispetta le leggi italiane in materia. Ciò equivale alla riduzione minima dei prodotti chimici utilizzati per la sua crescita e cura. Infine, in Sicilia si presta molta attenzione nei confronti dell’irrigazione.

A differenza delle coltivazioni dell’America centrale e meridionale, dove si arriva al prosciugamento di interi corsi d’acqua per garantire una corretta irrigazione, nell’isola italiana si stanno studiando metodi all’avanguardia per risparmiare acqua.

Avocado siciliano: quali comprare?

L’avocado siciliano proviene per lo più dalla zona di Catania e Messina, ma pian piano le coltivazioni si stanno estendendo anche verso Trapani. Quanti si dedicano alla produzione di questo frutto verde sono molto attenti ai terreni che scelgono, preferendo alture, come Etna e Nebrodi, e zone molto piovose.

Tanti dei nuovi imprenditori che si dedicano alla coltivazione dell’avocado sono giovani. Tra loro c’è Andrea Passanisi, titolare di Sicilia Avocado, che ha ottenuto la certificazione per l’agricoltura biologica. I suoi terreni, circa 100 ettari, si trovano vicino a Catania, nella zona di Giarre. L’e-commerce della sua azienda, che raggiunge anche territori internazionali, vanta 18.000 mila utenze registrate attive.

Un’altra azienda dove è possibile acquistare l’avocado siciliano è Bravocado di Mirko Caracci. Il suo frutto verde viene coltivato nella zona di Trapani, dove il terreno calcareo è diverso rispetto a quello che si trova ai piedi dell’Etna. Le sue piante producono tra i 20 e i 30 chili di frutto.


Perché tutti indossano a sinistra l’orologio da polso?

Fattura elettronica, modifiche in arrivo: si pensa all’obbligo per i forfettari