In attesa di scoprire se il Pitti Uomo 99 si farà, Brunello Cucinelli ha inaugurato il Pitti Connect: la speranza dell’imprenditore umbro.

Dal 21 al 23 febbraio 2021 dovrebbe andare in scena la 99esima edizione del Pitti Uomo. Come la tradizione impone, l’evento dovrebbe avere luogo presso la Fortezza da Basso a Firenze. Il condizionale, purtroppo, è d’obbligo perché l’emergenza sanitaria non consente di fare progetti. Pertanto, in attesa di scoprire se le sfilate avranno luogo, Brunello Cucinelli ha inaugurato il Pitti Connect.

In diretta streaming dall’azienda dell’imprenditore umbro, situata a Solomeo, in provincia di Perugia, sono state presentate le collezioni di moda maschile per l’inverno 2021.

Pitti Connect: Brunello Cucinelli inaugura le sfilate

Il Pitti Connect mette in rete 250 collezioni di moda uomo per l’inverno 2021, che rappresentano il meglio di Pitti 99. Brunello Cucinelli, per l’occasione, ha allestito presso la sua azienda una specie di ricostruzione della Fortezza da Basso, con tanto di modelli schierati pronti per sfilare.

“È stato un anno di passaggio. Non sappiamo ancora se potremo fare Pitti Uomo a febbraio, dipende dal prossimo Dpcm, ma senz’altro torneremo ad abbracciarci in Fortezza da Basso a giugno per il 100° Pitti Uomo, un’edizione che dovrà essere straordinaria. La moda ha bisogno dello scambio di idee, la gente ha voglia di toccarsi, baciarsi, vestirsi”, ha dichiarato Cucinelli in live streaming.

L’imprenditore umbro ci ha tenuto a sottolineare che Pitti Connect non potrà mai sostituire la vera manifestazione. Questa è solo una sfida, un modo per non gettare la spugna, per far sì che la moda sopravviva ad un periodo che l’ha vista soffrire come mai prima di ora. Ecco l’allestimento di Cucinelli presso la sua azienda:

La sfida di Brunello Cucinelli

“Pitti c’è e ci sarà sempre”: questa è la certezza di Cucinelli. L’evento di moda maschile più importante del nostro Paese non deve e non può soccombere al virtuale. Pertanto, l’imprenditore lancia una sfida:

“Il digitale dovrà interfacciarsi col fisico. Questa è la sfida vera. Il vaccino ci dà speranza, aspettiamo con fiducia le decisioni del Governo. E torniamo a guardarci dentro, a curarci l’anima, come abbiamo fatto in questi ultimi mesi”.

Brunello, che ritiene la settimana della moda maschile tra Firenze e Milano “la più bella del mondo”, sottolinea che è importante continuare a lavorare con “fiducia e speranza“. Il suo settore, un po’ come tutti gli altri, è uscito in ginocchio dalla pandemia, ma è vietato mollare. L’imprenditore umbro, con il suo discorso inaugurale del Pitti Connect, è riuscito a trasmettere ottimismo ed energia ai suoi colleghi.

ultimo aggiornamento: 22-01-2021


Sale chiuse, The Space Cinema dona le scorte alimentari alle famiglie povere

Italiani e acquisti: come sono cambiate le abitudini della popolazione nel 2020