L’offerta luce e gas di Poste Italiane inizialmente sarà dedicata ai dipendenti ma l’obiettivo è diventare uno dei leader del settore.

Grandi novità per Poste Italiane che con la sua offerta luce e gas punta in alto. Inizialmente coinvolgerà i dipendenti, poi verrà aperta a tutti. L’obiettivo è diventare una delle realtà principali del settore con 1,5 milioni di clienti entro il 2025. Il debutto vero e proprio sul mercato avverrà in autunno. Durante la presentazione dell’aggiornamento del Piano Industriale 24SI Plus l’amministratore delegato Matteo Del Fante ha spiegato quanto l’idea di rivolgere l’offerta inizialmente ai dipendenti rappresenti un passo importante. Si tratta, inoltre, di un modo per testare, sperimentare e arrivare preparati al vero debutto sul mercato.

Come sarà la nuova offerta

Ai microfoni di TGPoste Marco Siracusano, ad di PostePay S.p.a, ha fatto il punto sulla situazione. Siracusano ha spiegato l’intenzione di dedicare la prima parte del lancio ai dipendenti e ai pensionati con una promozione apposita che celebri i 160 anni dell’Azienda. Per quanto riguarda invece l’arrivo dell’offerta in autunno, aperta a tutti, l’idea è quella di proporne una unica, con un prezzo fisso per 24 mesi, attraverso la rete dei 12.800 uffici postali e i canali digitali. In questo modo ci sarà massima trasparenza per tutti visto che il prezzo da pagare ogni mese si saprà in anticipo.

lampadina bolletta luce
bolletta luce e gas

La svolta green di Poste Italiane

L’offerta che Poste Italiane ha in previsione di proporre è pensata anche in ottica sostenibile: 100% green nella luce e 100% compensata per quanto riguarda le emissioni di CO2 per il gas. Marco Siracusano ha spiegato che l’entrata di Poste nel mercato dell’energia fa parte di una strategia di crescita che vede l’azienda sempre più come una piattaforma al servizio dei cittadini. Oltre a soddisfare, grazie a Poste, esigenze di risparmio, investimento e finanziamento, i cittadini potranno trovare risposte alle necessità legate alla casa, alla telefonia fissa e mobile, alla fibra e, tra pochi mesi, anche a luce e gas.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 22-06-2022


L’Università di Pisa apre un centro di ascolto contro la violenza di genere

Rucola della Piana del Sele, il bilancio del primo anno da IGP è da record