Dopo l’annuncio dell’inaugurazione di Plaza Raffaella Carrà a Madrid, anche Roma pensa di intitolare una strada a una delle artiste italiane più conosciute nel mondo, scomparsa il 5 luglio del 2021.

È da quando è scomparsa il 5 luglio del 2021 che molte istituzioni italiane hanno iniziato a pensare di ricordare pubblicamente Raffaella Carrà. Finalmente, quest’idea diventerà realtà. L’amministrazione comunale di Roma sta pensando di intitolare una piazza della capitale alla Raffa Nazionale, come l’hanno sempre chiamata i giornali. L’annuncio arriva dal sindaco in persona, Roberto Gualtieri, nel corso del Pride romano, intitolato proprio Torniamo a fare rumore in omaggio a una delle canzoni più celebri della showgirl.

Raffaella Carrà, piazza a Roma in arrivo

Stiamo parlando di una personalità dell’arte e della cultura italiana tale che, se e quando arriverà l’istanza, sarà certamente valutata dalla commissione”, aggiunge l’assessore alla cultura Miguel Gotor, responsabile della toponomastica capitolina. L’iter amministrativo per intitolare una strada o una piazza a una personalità nota comincia una volta che il sindaco, i consiglieri della giunta e i cittadini inoltrano la richiesta ufficiale. Per legge, devono decorrere almeno 10 anni dalla scomparsa, ma arrivata la domanda il Prefetto ha facoltà di anticipare i tempi per l’autorizzazione.

Sarebbe bello avere una risposta entro il 18 giugno”, fa sapere Vladimir Luxuria a Repubblica. Il 18 giugno è il giorno del compleanno della Carrà, nata a Bologna nel 1943. Nonostante vivesse a Roma nord da diversi anni, il capoluogo emiliano non ha mai dimenticato l’indimenticabile caschetto biondo della televisione italiana. Il consiglio comunale ha accolto la richiesta proposta della consigliera Simona Lembi del Pd di dedicarle un luogo pubblico. È un gesto in memoria di una donna che – si legge nel testo della proposta – “con la sua carriera nazionale e internazionale ha fatto da apripista alla possibilità di ridisegnare i ruoli femminili sul piccolo schermo in maniera finalmente non sussidiaria”.

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà

Il successo internazionale di Raffaella Carrà è tale che la Spagna, dopo averle dedicato il musical Ballo Ballo, ha preceduto l’Italia nella commemorazione pubblica. Il comune di Madrid inaugurerà Plaza Raffaella Carrà il prossimo 6 luglio. La piazzetta si trova tra calle Fuencarral e calle Augusto Figueroa nei quartieri Malasaña e Chueca, noto distretto queer della capitale.

La proposta era arrivata dal partito Más País. “Lei merita questo e molto altro. Questa donna è un esempio di libertà per tutti. Il suo pensiero e le sue canzoni hanno ispirato diverse generazioni. Inoltre è stata una delle prime a parlare di libertà nei suoi testi e in televisione. Anche per questo era un punto di riferimento per la comunità LGBTQ”, dicevano i politici della piattaforma spagnola.

Per ora a Roma c’è soltanto il murales che lo street artist Mr. Churro (nome d’arte di Massimo Maccari) ha dedicato in via San Giovanni in Laterano, la gay street romana accanto al Colosseo, all’artista e al suo rapporto speciale con la comunità LGTBQI+.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 17-06-2022


Bonus musica 2022: di cosa si tratta e come richiederlo

Margherita Hack: la statua è la prima opera d’arte su suolo pubblico dedicata ad una scienziata