Il Consiglio regionale del Piemonte vara una legge all’avanguardia in Italia: incentivi alle aziende che assumono donne e “certificazione di pari opportunità”.

Sconto Irap del 50% a chi assume le donne e “Certificazione di pari opportunità” per abbattere il divario retributivo di genere. Sono le due principali innovazioni introdotte in una legge approvata dal Consiglio regionale del Piemonte per investire sul femminile e ridurre il gender pay gap aggravato dalla pandemia. La norma prevede che le imprese pubbliche e private piemontesi con meno di 100 dipendenti che assumeranno nel proprio organico personale femminile, avranno uno sconto del 50% sull’Irap per tre anni.

Come la Regione Piemonte investe sulle donne

È una legge che investe sulle donne e che punta alla parità retributiva, quella approvata martedì dal Consiglio Regionale del Piemonte – spiega il consigliere regionale della Lega Salvini Piemonte, Michele Mosca. Un incentivo al sostegno all’occupazione femminile, particolarmente colpita dalla crisi pandemica di Covid-19”.

Sostenere l’affermazione delle donne nel lavoro e nella società – aggiunge Mosca – è presupposto fondamentale, non solo per un sistema equo di cittadinanza, ma anche per lo sviluppo sociale ed economico del territorio”.

Una donna che lavora
Le donne al centro del tessuto produttivo piemontese

La legge punta inoltre a contrastare l’abbandono lavorativo delle donne e le cosiddette dimissioni in bianco, ovvero la pratica di far firmare alle lavoratrici le proprie dimissioni in anticipo, ossia al momento dell’assunzione, per poi aggiungere la data desiderata a fronte soprattutto di una gravidanza.

La normale regionale piemontese vuole anche bloccare i licenziamenti nel periodo compreso tra il congedo di maternità obbligatorio e il primo triennio dopo il parto.

Che cos’è la Certificazione di pari opportunità

Con la nuova legge viene infine introdotto un registro regionale delle aziende “virtuose” per parità retributiva ed eque opportunità di lavoro. Alle società più meritevoli in questo settore, la Regione riconosce una “Certificazione di pari opportunità”.

Oltre all’agevolazione sull’Irap, le imprese “certificate” che assumeranno donne con contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato avranno pure uno sconto sull’Irpef e un migliore punteggio nella valutazione dei progetti presentati per i bandi regionali.

Questa norma occupazionale arriva insieme ad un’altra misura straordinaria a favore delle famiglie. Per sostenere i servizi per l’infanzia comunali da 0 a 3 anni, la Regione Piemonte investe 12 milioni di euro per la riduzione delle tariffe e il prolungamento degli orari degli asili nido.


Il ritorno della carta da parati – nuove tecnologie per l’arredo d’interni

Codici Promozionali: strumenti utili per lo shopping online