In base alla ricerca Randstad Employer Brand 2022 anche Thales Alenia Space e Automobili Lamborghini sono ambite dai lavoratori.

La ricerca Randstad Employer Brand 2022 svela dove sognano di lavorare gli italiani ma anche quali sono le aziende più apprezzate e le caratteristiche più ricercate dai dipendenti. Ferrero, Thales Alenia Space e Lamborghini vincono su tutte. I punti a loro favore sono l’equilibrio tra vita privata e lavorativa, buon stipendio, benefit e ambiente sereno.

Randstad Employer Brand 2022: i tre vincitori

Al primo posto in assoluto c’è la Ferrero che spesso, nel corso di ricerche e sondaggi, si aggiudica primati di questo tipo. La famosissima azienda dolciaria di Alba riesce a farsi apprezzare dai suoi dipendenti per diversi aspetti tra cui benefit, smart working, asilo nido aziendale, palestre e vari bonus. Nella ricerca la Ferrero vince anche per la miglior sicurezza del posto di lavoro. Si aggiudica poi un’ottima posizione per quanto riguarda l’atmosfera di lavoro serena e l’equilibrio tra privato e impegni lavorativi.

Al secondo posto c’è la Thales Alenia Space, società aerospaziale che si distingue soprattutto per contenuto di lavoro interessante. Al terzo posto arriva invece Automobili Lamborghini che vince per il percorso di carriera mentre accumula ottime posizioni per i seguenti aspetti: reputazione, sicurezza, retribuzione e benefit.

Nuovo lavoro
Lavoro

Oltre a queste tre anche altre aziende hanno ottenuto ottimi punteggi su diversi aspetti. Tra loro: la Ferrari si distingue per atmosfera piacevole, retribuzione, contenuto di lavoro e reputazione. Eli Lilly per equilibrio tra privato e lavoro, Amazon per solidità finanziaria, Pietro Fiorentini per impegno nel give back alla società e Accenture per la possibilità di lavorare in smart working.

Gli aspetti più ricercati dai lavoratori italiani

Dalla stessa ricerca sono emersi anche gli aspetti più importanti per i lavoratori italiani su un campione di 6590 persone tra i 18 e i 64 anni, tra studenti, occupati e non occupati. Per il 65% dei lavoratori i fattori più importanti sono un clima piacevole e l’equilibrio tra vita privata e lavoro. Seguono i benefit e la retribuzione (identificati dal 61% dei lavoratori), la sicurezza del lavoro (58%) e la visibilità del percorso di carriera (54%).

La ricerca ha poi messo in luce il fenomeno delle grandi dimissioni in Italia. Nella seconda metà del 2021 un lavoratore su dieci ha cambiato lavoro, mentre il 25% prevede di cambiarlo entro i prossimi sei mesi. Si tratta perlopiù di under 34 e di persone fortemente istruite.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 24-05-2022


Qatar 2022, tutto quello che bisogna sapere sui primi Mondiali di calcio invernali

Come guadagnare online? Strategie e metodi da prendere in considerazione