Il ritorno a scuola è sempre una fonte di stress, spesso perché i ragazzi e i genitori non sono organizzati nel migliore dei modi.

Il ritorno a scuola è sempre una fonte di stress, spesso perché i ragazzi e i genitori non sono organizzati nel migliore dei modi. Le vacanze finiscono e settembre sembra il mese dove tutto inizia nuovamente da capo, come l’inverno e quelle lunghe ore passate a studiare sui libri di scuola.

Non c’è modo per sfuggire a questo dovere, ma ci sono dei consigli che rendono il rientro in classe meno stressante e anche più divertente. Ecco cosa consigliano gli esperti.

scuola

Come affrontare il rientro a scuola?

Il rientro a scuola è sempre sinonimo di tristezza e poca voglia, con il dolce far niente delle vacanze che lascia il posto ai libri e allo studio. È un vero e proprio lavoro, un mestiere alla quale non ci si può sottrarre, giorno dopo giorno.

Esiste sempre un modo per affrontare ogni cosa, anche quando le porte delle scuole riaprono nel mese di settembre. Studenti e genitori sono proiettati verso quella data, cercando di avere tutto sotto controllo senza le corse dell’ultimo minuto.

Qualsiasi sia l’anno da affrontare, ci si ritrova spesso a combattere tra compiti e l’occorrente necessario per tutto l’anno scolastico. Il segreto per rientrare in classe senza alcun trauma è iniziare a ritrovare la routine, alcuni giorni prima di settembre. Lo studente posizionerà la sua sveglia all’orario di norma utilizzato per svegliarsi durante l’anno, seguirà una serie di attività volte a ritrovare la classica routine e affronterà con positività i giorni che mancano all’inizio.

Gli esperti consigliano, se possibile, di rivedere anche i compagni di classe qualche giorno prima così da riprendere il contatto e le vecchie conversazioni. Il trauma avviene quando si passa dal totale dolce far nulla, svegliandosi a tarda mattina passando la notte in giro o a giocare con la PlayStation, alla sveglia molto presto e un ritmo incalzante tra scuola e studio.

Come organizzarsi prima del rientro a settembre?

Per rendere il rientro a settembre ancora meno traumatico, il consiglio è di organizzarsi al meglio uno o due mesi prima:

  • La fase di preparazione è indispensabile, con l’acquisto di tutti i prodotti che servono a scuola. Anticipare significa poter far arrivare l’occorrente a casa, come i libri scolastici 2022/23 su Amazon acquistabili direttamente, senza far impazzire gli adulti tra budget e ricerche infinite. Non solo, si dovranno terminare tutti i compiti in classe e cercare di dare una ripassata alle varie materie per rimettere il cervello in moto;
  • Prepararsi ai nuovi orari già da metà agosto, mettendo la sveglia progressivamente prima di quando si è abituati. Nei due/tre giorni che precedono il rientro lo studente non dovrebbe svegliarsi dopo le ore 9.00 così da non essere traumatizzato o completamente addormentato quando sarà necessario;
  • Mentalizzare su cosa ci si aspetta dal nuovo anno scolastico, oltre che individuare le materie dove non si ha una buona conoscenza partendo avvantaggiati;
  • Organizzare lo zaino almeno una settimana prima. È indispensabile, come la valigia, essere pronti e avere quel margine di tempo idoneo ad aggiungere “un qualcosa” dell’ultimo momento.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 10-06-2022


Bonus PC 2022, può arrivare fino a 2500 euro: come richiederlo

A Peccioli i rifiuti si trasformano in ricchezza: l’idea innovativa in Toscana