Leonardo.it

L’emergenza Coronavirus potrebbe cessare presto grazie al vaccino Moderna. Le dichiarazioni di Roberto Burioni donano speranza.

Il Coronavirus ha cambiato l’esistenza di ogni essere umano presente sulla faccia della terra. Come non accadeva da anni, gli abitanti di tutto il mondo si sono ritrovati a lottare contro un nemico comune: il COVID-19. Dopo mesi e mesi di lutti, sofferenze, paure e restrizioni, una speranza di luce arriva dal vaccino Moderna. Roberto Burioni, attraverso il suo profilo Facebook, ha annunciato che il farmaco potrebbe bloccare la “trasmissione del virus”. Una notizia che, se confermata dagli studi attualmente in atto, potrebbe cambiare le sorti di tutta la popolazione.

Roberto Burioni sul vaccino Moderna

Attraverso il suo profilo Facebook, così come fatto sin dall’inizio della pandemia, il dottor Roberto Burioni continua ad informare gli italiani. Nelle ultime ore, la lotta contro la diffusione del Coronavirus sembra essere arrivata ad un punto di svolta: il vaccino Moderna.

“Il vaccino Moderna sembra bloccare anche la trasmissione virale. Escono dati in continuazione e io devo studiarli perché dopodomani devo fare una lezione ai miei studenti proprio su questi vaccini. È appena uscito un documento dove ci sono dati preliminari molto incoraggianti: il vaccino Moderna sembrerebbe bloccare anche la trasmissione del virus. Se il dato è confermato, il virus è finito”, ha scritto Burioni in un post.

Ovviamente, come anche lui ha sottolineato, non si tratta di un dato certo. Al momento, infatti, sono in corso studi specifici per valutare l’efficacia o meno del farmaco.

Vaccino anti-COVID-19: l’efficacia fa ben sperare

Di vaccini anti COVID-19 se ne parla ormai da mesi, ma, per ora, non ci sono ancora certezze. I dati che abbiamo, però, sono comunque incoraggianti. Burioni, sempre via Facebook, ha scritto che i farmaci che sono stati proposti (Moderna, Pfizer e BioNTech) hanno “risultati sostanzialmente identici”.

Pertanto, nessuno dei tre è efficace al 100%, ma si attestano tra il 94 il 98%. Una notizia più che incoraggiante, soprattutto considerando che la pandemia non sembra rallentare. Il dottor Burioni, in un post successivo, ha poi confermato la riunione dell’EMA (Autorità Europea per l’Approvazione dei Farmaci) per il prossimo 21 dicembre 2020. Inoltre, ha invitato il Governo ad assicurarsi una scorta di siringhe per tutta la popolazione.

“Preparate le siringhe, per piacere. Pronte per il 22 insieme ai vaccini. Bastano quelle normali, non ci vuole niente di speciale, le hanno tutte le farmacie. I medici e gli infermieri che vaccinano li trovate volontari, io mi offro per Natale, Santo Stefano e Capodanno e qualunque altro giorno o notte. Sarebbe un bellissimo regalo natalizio per questa nazione stremata”, ha concluso Burioni.

Speriamo davvero di trovare questo speciale regalo di Natale sotto l’albero. Pensate a quanto sarebbe bello iniziare il 2021 con un bell’abbraccio: è il sogno di molti, soprattutto dei nostri anziani.