La Rotonda della Besana, uno dei luoghi più straordinari della città di Milano, ha una storia interessantissima che inizia ben 400 anni fa.

La Rotonda della Besana è una straordinaria oasi di pace nel centro storico di Milano, a due passi dal tribunale. Il complesso, interamente cintato da un grande porticato, ha forma circolare e al suo centro si trova una chiesa ormai sconsacrata. Negli ultimi anni è diventata un’ambita location per diversi tipi di eventi, ma la sua storia è davvero molto antica e affonda le radici nel lontano XVII secolo.

Qual è la storia della Rotonda della Besana?

La Rotonda della Besana fu costruita nel 1600 ed ora originariamente il cimitero appartenente all’Ospedale Maggiore di Milano. A quei tempi Porta Tosa (l’attuale Porta Vittoria), dove si trova la Rotonda, era infatti abbastanza isolata dal resto della città da potervi costruire un edificio del genere. L’opera di costruzione ebbe inizio nel giugno 1675 su progetto dell’architetto Attilio Arrigoni e durò circa 20 anni.

Rotonda della Besana Milano
Rotonda della Besana Milano

Al centro del complesso venne posto, come si usava fare con gli ospedali sin dal 1440, una cappella. La motivazione di collocare la cappella centralmente va ricercata nella volontà che tutti i degenti fossero equidistanti dal luogo sacro.

A collegare la Rotonda con il vero e proprio ospedale era la Strada di San Barnaba, via che tutt’oggi conserva la stessa denominazione. Nell’attuale Via Sforza ancora sono visibili le tracce dell’antica porta che permetteva l’accesso all’ospedale, oggi conosciuta come Porta della Meraviglia.

Nel XVIII secolo i fedeli fecero delle donazioni e la cappella poté ingrandirsi e diventare una vera Chiesa, dedicata a San Michele Arcangelo. Pochi anni dopo l’intero complesso fu circondato da un portico colonnato, con la funzione di protezione dalle piene dei Navigli.

Negli anni ’60 del Novecento la Besana diventò proprietà del Comune di Milano e per oltre 40 anni fu utilizzata sia come spazio espositivo per architetti e artisti, sia come spazio verde a disposizione del pubblico.

La Rotonda della Besana oggi

Oggi la struttura, vicinissima al tribunale di Milano, è uno dei luoghi preferiti dai milanesi. Racchiuso dal porticato vi è un grande prato all’inglese e al centro esiste ancora la graziosa chiesetta, adesso sconsacrata. All’interno del complesso è nata anche la sede del MUBA (Museo dei Bambini Milano).

L’accesso è da via Besana 12. Superato il grande cancello di ferro battuto, si ha l’impressione di lasciarsi alle spalle il caos cittadino e di entrare in un rifugio che ha davvero qualcosa di magico.

Gli orari di apertura sono dalle 9.30 alle 18.30 (tutti i giorni escluso il lunedì), e durante i giorni festivi fino alle ore 19.00. L’ingresso è a titolo gratuito e i cittadini vi si recano per una lettura in solitudine, una pausa pranzo fra amici, oppure per gustare gli aperitivi offerti dal suggestivo bistro che si trova all’interno.


Dietro il successo di Shein, la misteriosa piattaforma di moda amata dalla Gen Z

Bonus vacanze 2021, requisiti per accedere: come e dove presentare la domanda