“È semplice, chiaro e opportuno”, scrisse il poeta Gabriele D’Annunzio quando ideò il nome per la società La Rinascente di Milano.

La Rinascente di Milano festeggia quest’anno i 155 anni trascorsi dalla sua prima apertura. Gli storici grandi magazzini fondati nel 1866 dai fratelli Luigi e Ferdinando Bocconi in via Santa Radegonda, sono il punto di riferimento della città da più di un secolo. Le origini della sede in Piazza del Duomo, opera di Giovanni Giachi, risalgono al 1889, ma per come la conosciamo ora hanno per protagonista assoluto uno dei grandi poeti e scrittori italiani del Novecento: Gabriele D’Annunzio.

La Rinascente di Milano: l’origine del nome

I Bocconi sono proprietari di una bottega di stoffe. Nel 1886 hanno aperto il primo negozio in Italia dove si vendono abiti preconfezionati e nel 1887 decidono di ingrandirsi spostandosi nella Galleria Vittorio Emanuele II. Prendono in affitto l’Hotel Confortable e, ispirandosi alle Bon Marché di Aristide Boucicaut, lo trasformano nel grande magazzino “Alle città d’Italia”.

Lo scoppio della Prima guerra mondiale porta i due imprenditori sull’orlo del fallimento. È il senatore Giuseppe Cesare Borletti a rilevare la loro attività. Fervente interventista e amico personale di D’Annunzio, Borletti coinvolge il Sommo Poeta in prima persona: finanzia l’impresa di Fiume e il Vate ricambia con il colpo di genio per la creazione del nuovo nome dell’azienda.

edificio di la Rinascente a Milano
L’edificio storico della Rinascente a Milano

Il 27 settembre 1917, con il supporto della Banca Italiana di Sconto, nasce la società La Rinascente. Il nome vuole dire “un’azienda che rinasce”. A suggerirlo è proprio D’Annunzio: “È semplice, chiaro e opportuno”, scrive il poeta – celebre inventore di parole e neologismi: da automobile a tramezzino – in una lettera inviata all’avvocato Leopoldo Barduzzi.

La strategia di Borletti si rivela vincente. La Rinascente è un negozio di qualità ed eleganza per una clientela di fascia alta, ma a prezzi non troppo elevati. Nel frattempo, l’imprenditore lancia per la fascia medio-bassa l’UPIM, Unico Prezzo Italiano Milano.

La Rinascente è dal 1918 simbolo di Milano

Aperta ufficialmente il 7 dicembre 1918, La Rinascente subisce una battuta d’arresto durante la notte di Natale. Un incendio scoppia nella sede in Piazza Duomo e distrugge l’intero complesso. Ci vorranno tre anni prima che i grandi magazzini, il 23 marzo 1921, riaprano le porte ai milanesi.

Il marchio della Rinascente, voluto da D’Annunzio, è quello con cui, ancora oggi, si identifica la catena di negozi presenti in 12 città italiane. Il resto è storia: da allora continua ad avere un successo travolgente e ad essere un punto di riferimento per scoprire le novità e le nuove tendenze del Made in Italy.


Cos’è e come funziona Iron Dome, lo scudo d’acciaio che protegge Israele dai razzi

Lotteria dei vaccinati in Ohio: in palio 5 milioni di dollari