Il Teatro alla Scala di Milano riapre dopo il lockdown con due concerti molto speciali. Vediamo quali sono le esibizioni in programma.

Dopo quasi 7 mesi di lockdown, il Teatro alla Scala di Milano riapre al pubblico. Una notizia entusiasmante, che segna una piccola ripartenza per la filiera dei lavoratori del mondo dello spettacolo. Il sipario tornerà ad alzarsi con due concerti molto speciali, che andranno in scena il 10 e l’11 maggio.

Il Teatro alla Scala di Milano riapre: i primi due concerti in programma

Dallo scorso 23 ottobre 2020, il Teatro alla Scala di Milano si prepara a riaprire i battenti. Dopo quasi 7 mesi di chiusura forzata, dovuta alla pandemia da COVID-19, il luogo caro ai milanesi prova a ripartire con due concerti che passeranno alla storia. Il primo, in scena il 10 maggio, vede il coro e l’orchestra della Scala diretti da Riccardo Chailly. L’esibizione intende celebrare i 75 anni dal concerto della rinascita diretto da Arturo Toscanini l’11 maggio 1946. Sarà trasmessa in diretta su Rai5 e in streaming su RaiPlay.

Nel secondo concerto, in programma per l’11 maggio, si esibiranno i Wiener Philharmoniker e Riccardo Muti, in quella che è l’ultima performance della loro mini tournée italiana. Una serata fortemente voluta da Rolex e strutturata per essere trasmessa in streaming.

Teatro alla Scala: le altre esibizioni in calendario

Nella mattina del 10 maggio 2021, inoltre, il Teatro ha visto andare in scena un altro importante momento: all’interno della struttura è stata posizionata una targa dedicata al sindaco della Liberazione Antonio Greppi. È stato lui, infatti, a volere la riapertura della stagione dei concerti nel lontano 1946, riportando sul palco Toscanini e Vittore Veneziani, entrambi perseguitati dai fascisti.

Oltre ai due concerti del 10 e dell’11 maggio 2021, al momento ce n’è un altro in calendario, quello del 17 maggio. La Filarmonica sarà diretta da Daniel Harding e i biglietti sono già esauriti. Per tutte le esibizioni in programma, i responsabili del teatro hanno dovuto contingentare il numero dei posti a sedere: massimo 500 persone, distribuite nei 150 palchi e in galleria. La platea, invece, resterà nascosta sotto la pedana costruita per ospitare l’orchestra, dove i musicisti saranno tutti distanziati.

Il resto della programmazione del Teatro alla Scala comprende, per ora, altri eventi esclusivamente in streaming, come l’Italiana in Algeri di Rossini e La Cenerentola per i bambini.


Bosco Verticale: tutte le curiosità su uno dei grattacieli più sensazionali del mondo

Una bottiglia di Petrus 2000 vale 1 milione di dollari dopo un giro nello spazio