Leonardo.it

Trenord ha acquistato alcuni treni alimentati a idrogeno da Alstom: gli elettrotreni entreranno in funzione a partire dal 2023 in alcune tratte della Lombardia.

A partire dal 2023, i treni alimentati a idrogeno sostituiranno gli attuali mezzi diesel presenti in alcuni luoghi della Lombardia: FNM e Trenord investiranno totalmente circa 160 milioni di euro. Questa operazione rientra nel progetto H2iseO, che prevede la creazione della prima “Hydrogen Valley” italiana.

Trenord porta i treni a idrogeno in Lombardia

Alstom, il gruppo industriale francese, fornirà entro 36 mesi i primi 6 elettrotreni a idrogeno. I veicoli su rotaia, che dovrebbero quindi entrare in funzione entro il 2023, sostituiranno i mezzi in servizio dagli anni ’90 presenti nella linea non elettrificata Brescia-Iseo-Edolo.

Questo percorso, con una lunghezza di 103 km, è gestito da Ferrovienord (Gruppo FNM). Attualmente, sono operativi 14 convogli diesel (51 treni al giorno), che saranno tuttavia presto sostituiti dai treni a idrogeno. L’investimento necessario per portare avanti questo progetto è pari a 160 milioni di euro.

Un binario ferroviario
Un binario ferroviario

Tra il 2021 e il 2023, presso un deposito di Trenord, saranno costruiti gli impianti di produzione dell’idrogeno (in questo caso blu), che sfrutteranno la tecnologia Steam Methane Reforming. Entro il 2025, sorgerà uno o due impianti per la produzione e distribuzione di idrogeno (verde) da elettrolisi, grazie alla collaborazione con alcuni operatori energetici.

I treni a emissioni zero

Si tratta di un passo importante verso un futuro ecologico. Questi particolari treni a idrogeno sono a emissione 0, contribuendo quindi alla salvaguardia del pianeta Terra. Il Gruppo FNM vuole sviluppare una piattaforma integrata di servizi di mobilità secondo criteri di sostenibilità ambientale ed economica. In questo contesto, il progetto H2iseO rappresenta un tassello fondamentale per la creazione di un “viaggio a zero impatto ambientale”.

Gli innovativi treni a idrogeno costruiti da Alstom sono già stati sperimentati in altri paesi europei. Il primo treno a idrogeno, chiamato iLint, in funzione in Germania dal 2018, ha già percorso 250.000 chilometri circa.

Entro il 2025, la soluzione idrogeno potrebbe anche essere estesa al trasporto pubblico locale, partendo dai 40 mezzi gestiti da FNMAutoservizi in Valcamonica (Lombardia).