Benedetto Vigna è il nuovo amministratore delegato della Ferrari: dall’1 settembre 2021 entrerà a far parte del team di Maranello.

Benedetto Vigna è il nuovo amministratore delegato della Ferrari, colui che ha preso il posto di Louis Camilleri, dimessosi a dicembre 2020 “per motivi familiari“. Nel team di Maranello a partire dall’1 settembre 2021, il manager prima è stato responsabile del Gruppo Analogici, Mems (Micro-electromechanical Systems) e Sensori.

Chi è Benedetto Vigna: la biografia

Classe 1969, Benedetto Vigna è nato a Pietrapertosa, in provincia di Potenza. Nel 1993 si è laureato con lode in fisica subnucleare presso l’Università di Pisa e nel 1995 è entrato in STMicroelectronics, dove ha fondato le attività Micro-electromechanical Systems (MEMS) della società e ha conquistato la leadership nel mercato delle interfacce utente attivate dal movimento.

Inventore di fama mondiale, è lui che dobbiamo ringraziare per il sensore di movimento tridimensionale che si applica agli airbag delle automobili. Questa invenzione, in formato ridotto, è stata poi utilizzata per i comandi senza filo della console Nintendo Wii. Grazie a questa impresa, il manager è stato inserito nella lista dei dodici candidati al Premio Inventore europeo 2010, promosso dall’Organizzazione europea dei Brevetti.

Vigna è responsabile del Gruppo Analogici, Micro-electromechanical Systems e Sensori fino al 1 settembre 2021, data che segna il suo ingresso in Ferrari con il ruolo di amministratore delegato. Benedetto è stato scelto dal team di Maranello proprio per la sua brillante carriera, con la certezza che apporterà un cambiamento super tecnologico all’azienda.

È un onore straordinario entrare a far parte della Ferrari come amministratore delegato e lo faccio in egual misura con entusiasmo e responsabilità. Entusiasmo per le grandi opportunità che potremo cogliere. E con un profondo senso di responsabilità nei confronti degli straordinari risultati e delle capacità degli uomini e delle donne di Ferrari, di tutti gli stakeholder della Società e di coloro che, in tutto il mondo, provano per Ferrari una passione unica“, ha dichiarato Vigna nel comunicato stampa diffuso dall’azienda.

4 curiosità su Benedetto Vigna

– Nel corso della sua carriera, Benedetto Vigna ha registrato oltre 100 brevetti.

– Il Sindaco di Pietrapertosa, Maria Cavuoti, saputa della sua nomina ad amministratore delegato della Ferrari ha dichiarato: “Un esempio da seguire: con la cultura, lo studio, la passione e il sacrificio si possono raggiungere grandi risultati. Le sue doti professionali sono note a tutti, ma mi preme anche sottolineare soprattutto le sue doti umane: il Dott. Benedetto Vigna raggiunge la sua famiglia e la sua amata Pietrapertosa ogni anno ed è rimasto la persona umile e semplice di sempre“.

– Nel 2009, Benedetto Vigna è stato premiato dal Consiglio regionale della Basilicata come Lucano insigne per i meriti raggiunti in campo scientifico.

-Lo stipendio di Benedetto Vigna da amministratore delegato di Ferrari non è ancora noto. Stando ad una ricerca del Centro Studi Mediobanca del 2019, però, la paga media di un amministratore delegato è pari a 849.300 euro lordi.

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 15-06-2021


Chi è Fulvio Montipò, presidente e amministratore delegato di Interpump Group

Chi è Adama Sanneh, l’afro-italiano a capo di Moleskine Foundation