Brunello Cucinelli, imprenditore di fama mondiale, è soprannominato il “re del cashmere”. Scopriamo come è riuscito a costruire il suo impero.

Imprenditore famoso in ogni angolo del globo, Brunello Cucinelli è stato soprannominato ormai da tempo il “re del cashmere“. Il suo sogno è diffondere il credo nel capitalismo umanistico, che rende primario il valore della persona umana, dando alla stessa dignità morale ed economica. Scopriamo insieme la vita dell’imprenditore che sostiene il bene comune e la riscoperta della coscienza.

Chi è Brunello Cucinelli: la biografia

Classe 1953, Brunello Cucinelli nasce il 3 settembre a Castel Rigone, frazione del comune di Passignano sul Trasimeno (PG), da genitori contadini. Dopo il diploma da geometra, si iscrive alla facoltà di ingegneria, ma interrompe ben presto gli studi. Il suo sogno è un altro e inizia a realizzarlo nel 1978, quando fonda una piccola impresa per colorare il cashmere.

Grazie agli insegnamenti dei genitori, Brunello imposta la sua attività seguendo un principio: “dignità morale ed economica” dell’essere umano. Il suo desiderio, infatti, è “sviluppare e incrementare il sogno di un capitalismo che valorizzi l’uomo“. Nel 1985, grazie ai primi guadagni, acquista e si trasferisce a vivere nel Castello del XIV secolo del borgo di Solomeo, che diventa anche la sede principale della sua azienda.

Brunello Cucinelli
Brunello Cucinelli

Grazie ai prodotti di eccellente qualità made in Italy, il nome di Cucinelli inizia ad uscire fuori dai confini nazionali. L’azienda inizia così a produrre anche collezioni di abbigliamento e accessori per i più quotati brand del lusso del panorama internazionale. Nel 2012, l’imprenditore presenta la sua impresa alla Borsa di Milano, con la speranza di diffondere il suo credo, fondato su un Capitalismo Umanistico.

Seguendo questa sua ‘religione’, i dipendenti della sua azienda terminano la giornata lavorativa alle 17:30, non sono obbligati a leggere le mail negli orari serali e nel fine settimana e usufruiscono di numerosi bonus, come quello per l’acquisto di libri scolastici.

La Fondazione Brunello e Federica Cucinelli

La Fondazione Brunello e Federica Cucinelli nasce nel 2010 con l’intento di “diffondere e realizzare gli ideali che hanno alimentato l’aspirazione umanistica di Solomeo“. I programmi che nascono in seno all’organizzazione hanno l’obiettivo di sostenere tutte le iniziative che valorizzano la conoscenza, la tutela del territorio e dei monumenti, i valori della tradizione, i valori spirituali e quotidiani dell’uomo.

Dopo aver finanziato la costruzione Foro delle Arti, un centro culturale che comprende un teatro, spazi meditativi e l’Accademia Neoumanistica, nel 2013 Cucinelli fonda La Scuola di Solomeo di Arti e Mestieri. Anche in questo caso, il suo è uno sguardo rivolto al futuro: vuole che la memoria di un fattore umanistico importante come l’artigianato venga conservato e tramandato. L’anno seguente, nel 2014, presenta il Progetto per la Bellezza, con il quale consente la realizzazione di tre grandi parchi nella valle ai piedi del borgo di Solomeo: il Parco agrario, il Parco dell’Oratorio Laico e il Parco dell’industria. Queste aree verdi, con alberi, frutteti e prati, non vengono create ex novo, ma recuperando parte del terreno già occupato da vecchi opifici in disuso.

Amo il misticismo leggero che pervade questa mia Umbria, quel misticismo che fu proprio del Poverello di Assisi, amante del bello e della semplicità. Sono fiero di essere umbro, fiero della mia passione per la filosofia e il restauro e per tutto ciò che aiuti a restituire bellezza e dignità alle cose sepolte dall’oblio dell’uomo sotto la polvere del tempo“, ha scritto Cucinelli nella bio del suo sito.

Nel 2016, quando il terremoto del Centro Italia ha distrutto il monastero della Chiesa di Norcia, Brunello si è detto disposto a finanziare la sua ricostruzione. Nel 2018, inoltre, ha venduto il 6% delle sue azioni per donare 100 milioni in beneficenza.

La vita privata di Brunello Cucinelli: moglie e figli

Nel 1982 Brunello ha sposato Federica Brenda, originaria di Solomeo. Con lei ha messo al mondo due figlie, Camilla e Carolina. Marito e moglie, da sempre estremamente riservati, gestiscono insieme la Fondazione a loro intestata. La famiglia Cucinelli vive nel Castello del XIV secolo, sede dell’azienda.

La primogenita Camilla è sposata con Riccardo Stefanelli e hanno una bimba nata nel 2009. Anche la secondogenita Carolina è sposata e ha reso Brunello nonno: un maschietto di nome Brando è venuto alla luce nel 2020.

5 curiosità su Brunello Cucinelli

-Brunello Cucinelli ha ricevuto la laurea honoris causa in Filosofia ed Etica delle relazioni umane presso l’Università degli studi di Perugia, mentre nel 2018 l’Università degli Studi di Messina gli ha conferito il dottorato di ricerca in Filosofia honoris causa.

-Nel 2018, Forbes l’ha inserito al 33° posto della classifica degli uomini più ricchi d’Italia, stimando il suo patrimonio a 1,5 miliardi di euro.

-È stato nominato Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica Italiana e Cavaliere del Lavoro.

-Ha ricevuto il Global Economy Prize, prestigioso premio del Kiel Institute for the World Economy, con l’attestato di aver saputo “impersonare perfettamente la figura del Mercante Onorevole“.

-Nel 2015, il brand Cucinelli ha vestito l’attore Daniel Craig nei panni di 007 nel film Spectre.

TAG:
vetrina

ultimo aggiornamento: 12-05-2021


Chi è Giuseppe Condorelli, l’imprenditore che si è ribellato al pizzo

Chi è Mario Draghi: biografia e stipendio del Presidente del Consiglio