Maurizio Arrivabene, soprannominato Iron Mauri, è il nuovo ‘potenziale’ amministratore delegato della Juventus. Scopriamo la sua biografia.

Maurizio Arrivabene, già membro dei vertici del club bianconero da anni, è l’amministratore delegato in pectore della Juventus. Soprannominato Iron Mauri per via della sua dedizione al lavoro, scopriamo la sua biografia, segnata da una grande passione per lo sport.

Chi è Maurizio Arrivabene: la biografia

Classe 1957, Maurizio Arrivabene è nato il 7 marzo a Brescia. Amante dello sport e dei motori fin da bambino, ha praticato il football americano, il tennis, lo sci e, soprattutto, l’atletica. È in quest’ultima specialità che, ancora ragazzo, ha ottenuto buoni risultati nei 400 metri e nel lungo.

Dopo aver frequentato l’istituto tecnico della sua città, si è iscritto alla facoltà di Architettura di Venezia, ma non ha mai portato a termine gli studi. Nel corso della sua vita, oltre allo sport talvolta praticato in maniera professionistica, ha lavorato per vent’anni in Philip Morris. Sia in Italia che all’estero ha ricoperto un ruolo di rilievo nell’area commerciale.

Maurizio Arrivabene
Maurizio Arrivabene

Nel 2007, è stato anche vice presidente di Marlboro Global Communication e, dal 2011, presidente del consiglio di amministrazione Consumer Channel Strategy and Event Manager per Philip Morris International. Nel 2014, per volere di Andrea Agnelli, è stato nominato direttore della sezione sportiva della Ferrari, prendendo il posto di Marco Mattiacci. Nel 2019, però, a causa dei contrasti con il responsabile della direzione tecnica Mattia Binotto, è stato sollevato dall’incarico e sostituito proprio dal suo rivale.

È all’interno del consiglio di amministrazione della Juventus dal 2012, dove ha ricoperto anche il ruolo di membro del Comitato Controllo e Rischi e del Comitato Nomine e Remunerazioni fino al 2015; nel 2021 arriva la ‘potenziale’ nomina come amministratore delegato del club bianconero.

La vita privata di Maurizio Arrivabene: moglie e figlia

Maurizio Arrivabene è sposato con Stefania Bocchi, portavoce della Ferrari. Ha una sola figlia, Stefania Arrivabene, nata da una precedente relazione.

La donna, sposata e mamma di due bambini, ha un bellissimo rapporto con il padre.

4 curiosità su “Iron Mauri”

– Ai tempi in cui lavorava nella Piliph Morris è stato soprannominato, come riporta La Gazzetta dello Sport, Iron Mauri “per la sua caparbietà ma soprattutto il culto del lavoro: infaticabile.

– Nel 1987 Arrivabene ha preso parte alla Parigi-Dakar guidando una Mercedes Classe G, posizionandosi al sesto posto della classifica generale e primo tra gli italiani.

– È molto amico di Andrea Agnelli, con il quale ha lavorato in Philip Morris.

– Ha un profilo Instagram, ma non è molto attivo.


Chi è Matteo Berrettini, campione dell’ATP World Tour al Roland Garros 2021

Chi è Jannik Sinner, tennista italiano al Roland Garros 2021