È obbligatoria l’assicurazione contro gli infortuni domestici per chi ha un’età compresa tra i 18 e i 67 anni e si occupa in maniera abituale, esclusiva e gratuita dei lavori in casa.

È più probabile rimanere vittima di un incidente domestico piuttosto che di uno stradale. Lo rivela l’Istat nel suo report annuale sugli infortuni in casa. Ogni anno in Italia si contano oltre tre milioni di incidenti di questo tipo. A causarli sono soprattutto gli interventi di piccola manutenzione, la movimentazione e il sollevamento di carichi, gli inconvenienti con elettrodomestici, corrente elettrica, detergenti e prodotti chimici, la cura degli animali domestici. È per salvaguardare chi lavora in casa che dal 1999 l’Inail ha introdotto l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici.

Assicurazione casalinghe è obbligatoria: cosa copre

La polizza tutela tutte le casalinghe e i casalinghi che nelle loro attività si fanno male tra le mura domestiche. L’assicurazione è obbligatoria per le persone di età compresa tra i 18 e i 67 anni che si occupano “in maniera abituale, esclusiva e gratuita” dei lavori in casa e della cura dei componenti della famiglia.

L’obbligo assicurativo è vigente non solo per casalinghe e casalinghi, ma anche per studentesse e studenti fuori sede, pensionate e pensionati, lavoratrici e lavoratori stagionali (colf, badanti o tate) che si dedicano appunto alla cura “abituale ed esclusiva” della casa e delle persone.

In uno stesso nucleo familiare, possono assicurarsi più persone, ad esempio padre e figlia o madre e figlio. Sono esclusi dall’obbligo la categoria Lsu (i lavori socialmente utili), chi usufruisce di una borsa lavoro o è iscritto a un corso di formazione o a un tirocinio, i part time e i religiosi.

Una casalinga subisce un infortunio domestico a un ginocchio
Gli incidenti domestici sono più frequenti di quelli su strada

L’assicurazione copre tutti i tipi di infortuni domestici, purché siano avvenuti in casa o in relativi balconi, soffitte, cantine, giardini o – nel caso di condomini – androni, scale e terrazzi. Sono incluse le abitazioni temporanee per le vacanze, a condizione che si trovino su territorio italiano.

Gli unici incidenti esclusi dalla copertura sono quelli “in itinere”, ovvero che avvengono durante il tragitto per raggiungere la propria residenza.

Assicurazione casalinghe 2022: costo e scadenza

Il rinnovo della polizza per il 2022 ha la scadenza fissata al 31 gennaio. Entro questa data bisogna versare 24 euro, non frazionabili ma deducibili ai fini fiscali. Il pagamento può essere effettuato tramite pagoPA sul sito dell’Inail, di Poste Italiane, delle banche oppure in tutti gli uffici postali, in banca, al bancomat, presso le ricevitorie, i tabaccai e i supermercati abilitati al servizio.

L’esonero è previsto per i redditi più bassi, presentando un’autocertificazione attraverso i servizi telematici dell’Inail. Il premio è a carico dello Stato per chi ha un reddito personale complessivo lordo fino a 4.648,11 euro annui o fa parte di un nucleo familiare dal reddito complessivo lordo non superiore ai 9.296,22 euro all’anno.

Chi possiede i requisiti di legge ma non paga l’assicurazione, è soggetto ad una sanzione da parte dell’Inail. La multa è graduata in relazione al periodo di trasgressione e per un importo non superiore all’equivalente del premio di 24 euro.

Assicurazione contro gli infortuni domestici: il risarcimento

Chi ha un’invalidità pari o superiore al 16%, per gli infortuni occorsi a partire dall’1 gennaio 2019, ha diritto a una rendita mensile esentasse per tutta la vita, proporzionale all’invalidità. L’importo va da 119,23 euro a 1.454,07 euro. In presenza di determinate gravi menomazioni, scatta anche il diritto all’assegno per l’assistenza personale continuativa (Apc) di 574,59 euro.

Chi ha un’inabilità permanente accertata tra il 6% e il 15%, ha diritto a una prestazione una tantum pari a 337,41 euro. La tutela assicurativa copre infine l’infortunio mortale: ai superstiti viene corrisposta una rendita e un assegno una tantum di 10.542,45 euro.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 03-02-2022


Mangiare mezzo cucchiaio d’olio d’oliva al giorno riduce il rischio di infarti e cancro

Le invenzioni delle donne che hanno rivoluzionato la vita quotidiana