In cosa consistono le colture acquaponiche e come questo tipo di coltivazione è sostenibile per l’ambiente.

L’acquaponica è la coltivazione di piante e animali acquatici in un ambiente a ricircolo. Rappresenta cuna sorta di cooperazione tra piante e pesci. Il termine deriva dalle due parole, ossia acquacoltura (crescita di pesci in un ambiente chiuso) e idroponica (crescita di piante solitamente in un ambiente fuori suolo). I sistemi acquaponici sono disponibili in varie dimensioni, dalle piccole unità interne alle grandi unità commerciali e possono consistere in sistemi di acqua dolce o contenere acqua salata o salmastra.

Che cos’è la coltura acquaponica e come funziona

L’acquaponica sta diventando una pratica sempre più popolare per la produzione di cibo fresco e naturale in casa. I sistemi acquaponici possono occupare piccoli spazi all’interno o all’esterno e utilizzare meno acqua rispetto alla pratica del giardinaggio.

Consiste in un metodo per coltivare pesci e piante in un sistema idrico chiuso. I rifiuti di pesce forniscono i nutrienti alle piante, mentre le piante purificano l’acqua per aiutare a mantenere i pesci sani. Pertanto, sia i pesci che le piante contribuiscono al benessere generale di questo sistema produttivo.

Metodo idroponico
Metodo idroponico

L’acquario deve essere abbastanza grande per la pompa di circolazione dell’acqua, un’adeguata aerazione per mantenere alti livelli di ossigeno, filtrazione per purificare l’acqua e spazio per una sana crescita dei pesci.

L’acqua – in un sistema acquaponico – viene filtrata in due modi. Il primo filtro scherma meccanicamente cibo per pesci, feci e altre particelle sospese nell’acqua. Il secondo è un filtro biologico che introduce batteri benefici che convertono l’ammoniaca, tossica per pesci e piante, in nitrati, un nutriente essenziale per la crescita delle piante.

La scelta del sistema

La componente vegetale aiuta a purificare l’acqua, mantenendo i pesci sani e fornendo – al contempo -l’opportunità di produrre verdure nutrienti. I sistemi di produzione dell’impianto includono pozzi profondi, letto di supporto, flusso e riflusso o sistemi secchi.

Ognuno di questi sistemi è pratico ma richiede piani di gestione diversi. Nessun sistema di impianto è perfetto, quindi si può scegliere un unico design o incorporarne molti in base all’esperienza e allo spazio. Un’attenta progettazione del sistema acquaponico è essenziale per prestazioni ottimali.

Per quanto riguarda il pesce da mettere in tavola, tra le specie che possono essere cresciute tramite coltura acquaponica ci sono la tilapia, il pesce gatto, l’orata e la spigola ibrida. Per quanto riguarda i pesci da esposizione sono consigliati i pesci rossi e le carpe koi.

Le verdure a foglia verde e le lattughe sono piante comuni che crescono con successo in un sistema acquaponico. Anche i pomodori possono essere coltivato con successo. Tuttavia, queste colture richiedono una quantità maggiore ddi pesci per produrre elevate concentrazioni di nutrienti. Da evitare, in questo tipo di coltura, la maggior parte dei tuberi o le verdure coltivate nel terreno mediante sistema tradizionale.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 01-11-2022


Account Instagram è bloccato? Ecco come fare per recuperarlo

Sting e la tenuta Il Palagio: l’amore per l’Italia tra vino, olio e natura