Come chiedere la 104? Scopriamo tutti i passi da eseguire e i documenti necessari per richiedere l’applicazione della legge.

Se abbiamo mai avuto a che fare con un disabile o un portatore di handicap ci saremo sicuramente chiesti come chiedere la 104. Questa legge non è altro che la norma di riferimento per le persone portatrici di handicap e per i loro caregiver, ovvero per chi se ne prende cura. 

Queste legge prevede una serie di misure e agevolazioni che semplificano la vita di queste due tipologie di utenti. Queste misure vanno dai permessi retribuiti alla scelta della sede di lavoro con molte altre cose nel mezzo.

Come funziona la procedura per l’ottenimento della legge 104?

sedia rotelle elettrica visita medica
fonte foto: https://unsplash.com/photos/O7ke8N4kTpQ

La procedura per poter utilizzare la legge 104 prevede due grandi blocchi: il riconoscimento dell’handicap grave e la richiesta di utilizzo delle agevolazioni al datore di lavoro.

Documenti per la legge 104

Per prima cosa è necessario fare la domanda di riconoscimento dell’handicap grave.
Per fare ciò è necessario recarsi dal proprio medico curante portando con sé della documentazione medica che attesti la presenza di patologie invalidanti.

Il medico, a questo punto, dovrà compilare online sul sito dell’INPS la certificazione di riconoscimento di handicap grave. Questa contiene una breve descrizione di diagnosi e stato di salute e non solo.
La certificazione serve anche ad indicare la presenza di alterazioni di qualche tipo all’interno dello stile di vita collegate alla presenza della malattia.
Le alterazioni in questione sono diverse e possono essere l’impossibilità di deambulare senza accompagnatore, l’impossibilità di eseguire i compiti quotidiani della vita senza assistenza continua, la presenza di patologie oncologiche e così via.

La certificazione di riconoscimento di handicap grave ha 90 giorni di validità e va poi utilizzata per effettuare l’accertamento sanitario.

screenshot come domandare accertamento
fonte foto: https://www.inps.it/prestazioni-servizi/accertamento-sanitario

Questa procedura può essere richiesta in autonomia cliccando su questo link o attraverso il supporto di un intermediario come un patronato.

In caso di patologie gravi il medico curante può richiedere una convocazione a visita con la commissione di valutazione di riferimento a 15 giorni dalla stesura della certificazione.

Lo step successivo da seguire è l’accertamento sanitario presso la commissione di valutazione della propria USL di riferimento.
Le date delle visite di accertamento sono disponibili sul portale INPS e permettono al malato o al suo caregiver di scegliere il giorno della visita.
Dalla data di presentazione della domanda si hanno 30 giorni per poter effettuare la visita.

Effettuato l’accertamento la commissione redige due verbali: uno contenente i dati sensibili ed uno con un giudizio finale sul malato, utilizzabile a livello amministrativo per usufruire delle agevolazioni della legge 104.

Come ottenere la 104: permessi e benefici

screenshot sito inps richiesta 104
fonte foto: https://serviziweb2.inps.it/PSRLegge104web/initApplicazioneDomanda.do?method=entry&idNav=WELCOME&S=S

Una volta ottenuto il verbale amministrativo dove si certifica il tipo di handicap è necessario inviare una domanda all’INPS e al proprio datore di lavoro per l’ottenimento dei permessi retribuiti.
La domanda in questione può essere inviata all’INPS in tre diversi modi: attraverso la piattaforma MyINPS a questo link, attraverso il contact center al numero 803164 o attraverso un intermediario come un patronato.

Fonte foto in copertina: https://unsplash.com/photos/0bDd5rZlZmk


Punti Patente, App ufficiale: scopriamo insieme iPatente e le sue funzioni

Come e perché effettuare la registrazione contratto con cedolare secca