Ottenere un curriculum vitae modello europeo gratis è possibile. Ne esistono numerose tipologie in giro per il web, grazie a una vasta gamma di siti internet. Vediamoli insieme.

Il curriculum vitae modello europeo è gratis e disponibile per tutti, ma non sempre è facile districarsi fra i vari siti, le versioni più o meno obsolete e così via. In generale, trovare un buon modello europeo per il nostro CV ha due problemi diametralmente opposti. Da un lato i siti delle varie emanazioni della pubblica amministrazione italiana ed europea che spesso hanno tutto quello che serve ma in cui spesso le informazioni sono difficili da decifrare. Dall’altro i siti per così dire privati, che invece fanno di tutto per facilitarci ma in molti casi offrono documenti superati, difficili da modificare o non così precisi.

Apparentemente basta, infatti, una semplice ricerca sul web per trovarsi di fronte una marea di siti internet che ci permettono di scaricare un template per il nostro curriculum vitae in maniera del tutto gratuita e, soprattutto, ci permettono di scegliere tra una corposa pletora di opzioni.

Modelli curriculum vitae: attenzione alle scelte creative

Grazie a questa ricerca possiamo trovare curriculum vitae più minimali, o soffermarci su layout più sgargianti e giovanili in modo da adattarli alla situazione e, perché no, al nostro personale estro.

È chiaro che, se abbiamo intenzione di presentare il curriculum vitae ad uno studio di ingegneria o in uno studio legale, è consigliabile prediligere sempre un curriculum dalle tinte sobrie e impersonali.

chiave inglese tasca
fonte foto: https://pxhere.com/it/photo/814573

Cosa diversa è, invece, se siamo degli aspiranti creativi e vogliamo allegare al nostro personale portfolio anche il classico curriculum vitae modello europeo: a quel punto sarà indispensabile selezionare font interessanti e accostamenti di colore che possano in qualche modo contribuire a lasciare il segno.

Può sembrare superficiale, ma la scelta del layout del curriculum non è una leggerezza. Spesso sono proprio questi moduli all’apparenza scarni e tristi a dare quel quid al momento della preselezione fatta dai recruiters.

Soprattutto, teniamo conto che la maggior parte dei modelli di curriculum vitae sopra descritti non corrispondono al modello europeo. Quindi, se per ragioni di burocrazia interna è richiesto esattamente quello, i modelli “liberi” non andranno bene.

Ma dove possiamo trovare il curriculum vitae modello europeo gratis che fa al caso nostro?
Scopriamolo insieme.

Come scaricare modello curriculum vitae europeo gratis

Come abbiamo già detto, il curriculum vitae europeo è disponibile gratuitamente su diversi siti internet. Spesso sono le stesse università che organizzano scambi interculturali a rendere disponibili sui loro siti internet dei fac simile per questo genere di documenti.

In Italia, possiamo scaricare il modello curriculum vitae europeo gratis attraverso portali sicuri come Cliclavoro da questo link oppure possiamo usare a nostro vantaggio questa guida realizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che contiene al suo interno un ottimo esempio di come dovrebbe essere compilato un curriculum europeo.

Quando non ci affidiamo a fonti pubbliche, nella maggioranza dei casi, ci troveremo a trattare con dei siti web di tipo privato.

lavoro segretaria
Fonte foto: https://pxhere.com/it/photo/893407

Questi, spesso in cambio del rilascio dei nostri dati (come la classica email e l’accoppiata nome e cognome), ci permettono di usufruire dei loro modelli pre-impostati scaricandoli in formati modificabili come il DOC o in formati stampabili e compilabili come il PDF.

Anche il sito del noto ente Europass permette di scaricare i modelli di curriculum vitae formato europeo ma soltanto dopo averne effettuato la compilazione, come vedremo più nello specifico dopo.

Per sapere come scaricare il modello curriculum vitae europeo gratis, dobbiamo innanzitutto passare in rassegna le varie opzioni che i siti internet ci mettono a disposizione.

Curriculum vitae da compilare

Quello che chiamiamo curriculum vitae europeo, non è altro che un curriculum vitae che segue la struttura “gerarchica” di contenuti del modello Europass.

Quest’ultimo è il progetto europeo volto alla creazione di curricula e documenti validi in maniera omogenea su tutto il territorio degli Stati Membri dell’Unione Europea.

Per poter usufruire di questo tipo di servizio e compilare in maniera completamente gratuita il modello di curriculum vitae formato Europass, non dobbiamo far altro che accedere a questo link che vi porterà direttamente nella sezione di “Benvenuto” del sito.

Sarà poi necessario procedere all’accesso, se abbiamo già un profilo, o crearne uno nuovo se non abbiamo mai usato prima questo servizio.  

La struttura di questo curriculum vitae europeo si è imposta tra tutte le altre per via della sua intuitività e per la schematizzazione delle informazioni.

screenshot europass creazione curriculum
Fonte foto: https://europa.eu/europass/eportfolio/screen/profile-wizard?lang=it

Il curriculum vitae europeo, nello specifico, contiene per prima cosa una sezione relativa alle nostre informazioni personali ovvero nome, cognome, domicilio o residenza, data di nascita ed eventuale sito web, oltre al nostro recapito telefonico e di posta elettronica.

Successivamente troviamo la sezione relativa all’esperienza lavorativa.

È qui che andremo ad indicare, dalla più alla meno recente, tutte le esperienze di lavoro che abbiamo svolto nel corso degli anni. Spetterà a noi decidere se scendere o meno nel dettaglio delle mansioni o se rimanere sul minimale. Per ogni singola mansione, dovranno essere inserite la data di inizio e di conclusione del rapporto di lavoro.

Si passa poi ad istruzione e formazione, che comprende anche il livello di conoscenza delle lingue straniere (scrittura, dialogo e comprensione del testo) e delle competenze informatiche.

Infine, troviamo la sezione relativa alle famigerate soft skills, in cui dovremo descrivere le nostre capacità relazionali ed organizzative.


Simulatori pensione: cosa sono e quanto sono affidabili

Risoluzione contratto di locazione: quanto costa e come si fa