Sapere la durata della visura camerale è utile per conoscere quanto sono attuali e affidabili le informazioni.

A quanto corrisponde la durata della visura camerale? Il documento conosciuto come visura camerale contiene diverse informazioni relative all’impresa di una determinata partita iva. La visura camerale, però, non è eterna ed ha una durata ben precisa.

Se l’impresa relativa alla partita iva è iscritta al corrispondente registro, attraverso una procedura molto semplice eseguibile sia online che presso le camere di commercio provinciali, sarà possibile richiedere una visura camerale.

Questo documento, la visura camerale appunto, può essere utilizzata all’interno di atti notarili, raccolta di informazioni e molto altro ancora. Scopriamo qualcosa di più sull’argomento. 

Cosa troviamo all’interno di una visura camerale?

faldoni documenti
fonte foto: https://www.pexels.com/it-it/foto/cartelle-di-carta-bianca-con-cravatta-nera-1764956/

La visura camerale è strutturata in una maniera ben precisa, senza però offrire chiare informazioni sulla validità della visura camerale stessa.
Essa è divisa in due parti: una parte denominata storica e una parte denominata come ordinaria.

La parte storica fornice informazioni sulle attività passate dell’impresa dal giorno della sua fondazione, riportando anche le modifiche che sono state attuate durante il corso degli anni.

La parte denominata ordinaria invece riporta i suoi attuali dati legali: qui sarà possibile trovare informazioni di carattere anagrafico, informazioni di carattere giuridico oppure informazioni fiscali.

Più generalmente nella visura camerale si potranno trovare dati di molte tipologie differenti.

Queste sono solo alcune delle informazioni contenute in una visura camerale: dalla denominazione di un impresa ai suoi dati anagrafici, dall’indirizzo della sede legale ai riferimenti d’iscrizione al registro d’impresa.

Le visure si possono ottenere presso le camere di commercio di ogni singola provincia o presso servizi online come questo, previo il pagamento di una cifra.

Visura camerale, quanto dura?

calendario penne scrivania
fonte foto: https://www.pexels.com/it-it/foto/scrivania-laptop-macbook-penne-4985336/

La durata visura camerale, a prescindere che sia storica o ordinaria, è sempre pari a sei mesi dal giorno del suo rilascio. Questo vale sia per la visura camerale fisica ottenuta dalla camera di commercio della provincia, sia per quella online richiedibile previo pagamento sui servizi online sopracitati.

La visura camerale ha il vantaggio di poter venir rilasciata immediatamente, sia in versione digitale che cartacea.

A cosa serve la visura camerale?

Il documento può essere utilizzato da cittadini, da aziende o da commercialisti/notai finché è in corso di validità.

Nel primo caso solitamente la visura camerale viene richieste dal cittadino per acquisire informazioni su di un impresa o sulle persone connesse ad essa.

Nel secondo caso la visura camerale può servire a controllare dettagli di altre società, magari in virtù di un rapporto d’affari.

Nel terzo caso la visura camerale serve a ottenere le informazioni su persone fisiche o soggetti giuridici, per redigere atti.

La visura camerale può servire alle aziende, che potranno controllare vincoli e poteri di altre società con cui stabilire un rapporto d’affari, ai commercialisti e ai notai, nel caso debbano redigere degli atti su soggetti giuridici o persone fisiche, e ai cittadini in generale, che vogliono acquisire delle informazioni su delle imprese o le persone legate ad esse.

fonte foto copertina: https://www.pexels.com/it-it/foto/pila-di-cartelle-357514/


Quali servizi offre l’INPS on line per i pensionati?

Come fare il modulo di autocertificazione dello stato di famiglia