La ricerca del lavoro può passare anche attraverso un certo tipo di documenti. Vediamo un esempio di lettera di presentazione di autocandidatura.

Le lettere di presentazione sono uno strumento di grande potenza se si sta cercando un lavoro e si ha adocchiato un’azienda potenzialmente compatibile con le proprie caratteristiche. In alcuni casi sono richieste per accompagnare l’invio di un curriculum vitae, ma se siamo particolarmente intraprendenti potremmo anche decidere di inviare una candidatura spontanea o autocandidatura. In questo caso possiamo usare una lettera di accompagnamento leggermente diversa. Ecco un esempio di lettera di presentazione per autocandidatura.

La lettera di autocandidatura accompagna il proprio curriculum vitae e consente, attraverso poche righe, di raccontarsi

uomo allaccia cravatta abito
fonte foto: https://unsplash.com/photos/MYbhN8KaaEc

L’obbiettivo della lettera di presentazione è quello di spiegare al datore di lavoro perché si è interessanti per una posizione o per una collaborazione. Essa deve contenere le motivazioni che spingono la propria ricerca di lavoro, le proprie aspirazioni, i propri desideri per il futuro.

Una lettera di presentazione per candidatura spontanea deve essere pulita, priva di errori ortografici o grammaticali per evitare di fare cattiva impressione. È importante che la lettera sia minimale ed efficace, capace di trasmettere senza troppi giri di parole chi si è e cosa si può aggiungere all’azienda di cui si vuole far parte.

Come è fatta una lettera di presentazione per autocandidatura?

uomo scrivere email computer
fonte foto: https://unsplash.com/photos/ZJEKICY5EXY

La struttura di una lettera di presentazione per autocandidatura è più o meno la stessa, a prescindere dall’azienda. Grossolanamente possiamo dividere la lettera in intestazione, introduzione, contenuto e conclusione.

Nell’intestazione è necessario inserire nome, cognome e se necessario dei dati personali utili al proprio background. La lettera va indirizzata, quando possibile, direttamente al responsabile delle risorse umane. Solitamente nome e cognome di quest’ultimo si trovano sul sito web dell’azienda. 

L’introduzione della lettera invece deve contenere qualche informazione sulla posizione per la quale ci si candida, specificando quali sono le proprie esperienze e le proprie abilità collegate a ciò.

Il contenuto della lettera è invece il cuore, è il frammento che contiene le motivazioni per la quali si è interessati a lavorare nell’azienda o perché si pensa di essere la giusta risorsa per un ruolo. 

Nella conclusione della lettera di presentazione è invece necessario sottolineare nuovamente i propri punti di forza, ringraziando per l’attenzione e segnalando la propria disponibilità per un eventuale colloquio.

Quale può essere un esempio lettera di presentazione autocandidatura per cercare lavoro?

Una lettera di presentazione può essere realizzata in questa maniera.

Oggetto dell’email: autocandidatura | Laureato in X con esperienza 

Gentile Resp. del Personale o gentile Maria Rossi, responsabile del personale di azienda X

Mi chiamo […] e le scrivo per sottoporre, a lei e alla sua azienda, il mio CV per un eventuale collaborazione, sperando che risulti di vostro interesse. 

Come verificabile dal CV ho una buona esperienza nel ruolo di […] e sono fortemente interessato nel fare nuove esperienze che mi aiutino a crescere come professionista e come persona. Sono una persona fortemente motivata, capace e penso di essere un valore aggiunto per la vostra azienda per diversi motivi come […].
Resto a vostra sua disposizione per altre informazioni e per un eventuale colloquio conoscitivo.

La ringrazio per l’attenzione e la saluto cordialmente.
Nome e cognome.

Fonte foto copertina: fonte foto: https://unsplash.com/photos/OQMZwNd3ThU

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 20-06-2021


Opzione donna ultime novità: tutti gli aggiornamenti al 2021

Omessa dichiarazione dei redditi: quando accade e quanto si paga