Alternative a Gmail: quai servizi di posta elettronica scegliere se si vuole rinunciare a quello di Google.

Quando Gmail è stato rilasciato per la prima volta nel 2004, era solo su invito. Con il passare degli anni, si è gradualmente aperta al pubblico. Alla fine è diventato il servizio di webmail più popolare al mondo. Cosa lo rende così famoso? Ci sono diversi motivi. Innanzitutto, è gratuito. In secondo luogo, ha un sacco di funzionalità che altri servizi non hanno, tra cui i “filtri” automatici per poter girare le proprie email in diverse cartelle, la possibilità di usare “risposte predefinite” e molto altro. Nel complesso, Gmail è un servizio di posta elettronica molto potente e versatile, perfetto sia per uso personale che aziendale. Tuttavia, esistono molte alternative che possono essere utilizzate. Scopriamo alcune delle migliori.

Gmail: le alternative migliori

Le opzioni disponibili sono molte. Al di là di Inbox, servizio sempre arrivato realizzato da Gmail, gli esperti consigliano servizi come Mail di Apple e Outlook.com di Microsoft. Ce ne sono però anche alcuni meno famosi e altrettanti validi.

Gmail email
Gmail email

Uno dei più famosi è Protonmail, provider di posta elettronica molto sicuro, in quanto utilizza la crittografia end-to-end per proteggere le tue e-mail dalla lettura da parte di terzi. È anche open source, il che significa che il codice è pubblicamente disponibile per la revisione da parte di chiunque.

C’è poi FastMail, un provider di posta elettronica a pagamento che offre una gamma di funzionalità, inclusi domini personalizzati, filtro antispam e supporto per più dispositivi. E ancora Zoho Mail, un servizio di posta elettronica gratuito che offre una gamma di funzionalità, inclusi domini personalizzati, filtro antispam e supporto per più dispositivi.

Consigli per scegliere il miglior provider di posta elettronica

Quando si tratta di scegliere un servizio di posta elettronica, ci sono alcune cose che dovresti tenere a mente. In primo luogo, pensa a ciò di cui hai bisogno. Cerchi un account personale o aziendale? Hai bisogno di molto spazio di archiviazione, di funzionalità diverse, o magari cerchi qualcosa di più semplice?

Ogni provider di posta elettronica ha il proprio set di funzionalità e vantaggi. Dovrai confrontare i diversi fornitori per vedere qual è il migliore per te. Una delle cose più importanti da considerare è il costo. Alcuni fornitori addebitano una tariffa mensile, mentre altri sono gratuiti. Dovrai anche considerare lo spazio di archiviazione. La maggior parte dei provider offre gratuitamente una certa quantità di spazio di archiviazione, ma se ne hai bisogno di più, potresti doverlo pagare. Poi devi prendere in considerazione la compatibilità del provider di posta elettronica con i tuoi dispositivi. Alcuni possono essere usati solo con determinati dispositivi o sistemi operativi. Una volta che hai ristretto le tue scelte, il passo successivo è testare i diversi fornitori. La maggior parte offre un periodo di prova gratuito in modo da poter testare le funzionalità e vedere se è la soluzione giusta per te.

Una volta scelto un servizio di posta elettronica, è importante configurarlo correttamente e utilizzarlo in sicurezza. Per farlo, ecco alcuni consigli:

– crea una password complessa per proteggere il tuo account;
– evita di fare clic sui collegamenti o di scaricare allegati da indirizzi e-mail sconosciuti;
– sfrutta il filtro antispam per mantenere pulita la tua casella di posta;
– fai attenzione a condividere le tue informazioni personali con gli altri.

Seguire questi suggerimenti ti aiuterà a mantenere sicuro il tuo account di posta elettronica e ti aiuterà a rimanere produttivo e organizzato.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 07-11-2022


Sovranità alimentare, altro che meme: ecco cos’è davvero e perché è importante

Cosa sono i big data e perché sono importanti per le nostre aziende