E’ di Altroconsumo la classifica dei migliori supermercati: Esselunga e Ipercoop sul podio, per i discount trionfa Eurospin.

Sono state prese in esame le principali insegne d’Italia per stilare la classifica dei migliori supermercati che si basa su indicatori fondamentali per gli italiani come la convenienza e la praticità. Per la sua indagine Altroconsumo ha intervistato 9.834 soci stilando poi classifiche relative a supermercati e ipermercati, superette (punti di vendita più piccoli e di prossimità), discount e insegne locali.

La classifica dei migliori supermercati

Per quanto riguarda l’anno 2022 sono Esselunga e Ipercoop a svettare nella classifica stilata. A seguire ci sono Naturasì, Coop e Interspar e per queste insegne non si tratta del primo traguardo. Infatti anche nell’indagine relativa ai prezzi queste catene di supermercati erano ai primi posti. Per quanto riguarda invece i discount sono Eurospin e Aldi a ottenere le prime posizioni. In generale per i discount i consumatori hanno espresso un ottimo gradimento per nove insegne su dieci. Soltanto Tuodì, Prix e IN’s sono state giudicate buone e non ottime. Infine per quanto riguarda le catene locali primeggiano i supermercati Visotto, le insegne romane Pewex e CTS Supermercati e il brand veneto Iperlando.

Per quanto riguarda i prodotti a marchio commerciale ottengono un buon giudizio 30 insegne, su cui primeggia la private Label. Valutazione buona per 33 e media, infine, per 9. In particolare i prodotti della private Label vengono considerati di ottima qualità. Soddisfacenti poi i prodotti con marchi dei discount: ottimi Lidl ed Eurospin, buono per gli altri ad eccezione di Dpiù, Tuodì e IN’s che ottengono un punteggio medio. Anche i prodotti a marchio del supermercato hanno ottenuto un buon giudizio e a svettare sono quelli Ipercoop, Coop ed Esselunga.

Un uomo fa la spesa al supermercato
Spesa al supermercato

I criteri di valutazione

Per quanto riguarda i criteri su cui i consumatori hanno basato la propria valutazione l’elemento più considerato è la praticità, fondamentale per il 33% degli intervistati, soprattutto in base alla facilità di raggiungimento del supermercato. Un altro criterio molto importante è la convenienza (25%), seguito dalla qualità dei prodotti disponibili (17%), rappresentato dal buon assortimento dei prodotti per il 13% degli intervistati. E se è vero che sta avendo sempre più successo la spesa online è altrettanto vero che il comfort dei punti vendita continua ad essere molto ricercato. Su quest’ultimo aspetto ottengono ottime valutazioni Esselunga e Interspar. Altri criteri importanti sono: il tempo di attesa alle casse (svettano Esselunga e Naturasì) e la qualità di frutta e verdura (solo 3 insegne su 20 hanno giudizio positivo). Poco soddisfacente sul versante discount la qualità del pesce che ottiene un giudizio medio.

Riproduzione riservata © 2024 - LEO

ultimo aggiornamento: 21-02-2023


Ricercatori australiani producono idrogeno verde dall’acqua di mare

Addio alle auto a diesel e benzina: la Ue conferma lo stop dal 2035