Dai fondi stanziati dalla legge di Bilancio per il 2020 al rifinanziamento della Nuova Sabatini, ecco una guida per privati e aziende pronti all’industria 4.0.

La legge di Bilancio per il 2020 ha puntato forte sugli investimenti sostenibili, mettendo a disposizione un fondo dedicato da oltre 4 miliardi di euro. I contributi pubblici per la transizione ecologica sono un incentivo alla rivoluzione verde e alla trasformazione dell’industria italiana verso un modello 4.0, che guardi alla circolarità e al rispetto dell’ambiente. Ma quali sono le direzioni del New Green Deal nazionale?

Una guida ai contributi per la transizione ecologica

In attesa del programma di attuazione dei fondi europei Next Generation Ue, i contributi nazionali a fondo perduto sono destinati ad attività di ricerca, sviluppo, innovazione e realizzazione di nuove imprese.

I settori principali sono quattro:

  • le energie rinnovabili;
  • la gestione dei rifiuti;
  • la sostenibilità dell’agroalimentare;
  • la mobilità sostenibile.

Accanto ai 4 miliardi da destinare al territorio e alla società, la legge di Bilancio ha previsto un fondo per il rilancio degli investimenti delle Amministrazioni centrali. La dote è pari a più di 20 miliardi nel periodo dal 2020 al 2034. L’obiettivo è veicolare risorse da destinare allo sviluppo dell’economia circolare, alla decarbonizzazione e alla riduzione delle emissioni.

La promozione del Green Business
Il Green Business arriva in Italia

La strategia voluta dal governo di Mario Draghi punta ad aggiungere altri stanziamenti per arrivare a quota 60 miliardi di euro nei prossimi 15 anni. I settori successivi saranno quelli del risparmio energetico per le abitazioni private e le imprese e della mobilità sostenibile.

A partire dalle ore 10 di martedì 28 settembre scatta l’Ecobonus per l’acquisto di auto usate a basse emissioni. I concessionari possono accedere alla piattaforma del Mise per inserire le prenotazioni: il decreto Sostegni-bis ha messo a disposizione 40 milioni di euro, i contributi sono fino a 2mila euro.

Nuova Sabatini 2021, incentivi rifinanziati

Al fondo italiano per la transizione ecologica si affianca infine il rifinanziamento della Nuova Sabatini, il piano di agevolazioni per l’accesso al credito per investimenti in macchinari, attrezzature, impianti, hardware, software e tecnologie digitali. Il Mise ha stanziato 540 milioni di euro per gli anni dal 2020 al 2025.

La Nuova Sabatini si rivolge alle micro, piccole e medie imprese. A fronte della concessione di un finanziamento ordinario (bancario o in leasing), il Ministero concede un contributo parametrato agli interessi previsti dal finanziamento. I fondi sono stati stanziati e startup come Incentivi Italia sono già attive con i loro consulenti per aiutare privati e imprese ad ottenere i contributi nazionali.

ultimo aggiornamento: 01-10-2021


Smart working, cosa cambia tra pubblico e privato: le novità da sapere

Eliminare per sempre le banconote da 500 euro: la richiesta di cinque paesi alla BCE