L’Italia si classifica al primo posto nella Coppa del mondo di pasticceria, seguita da Giappone al secondo posto e Francia al terzo posto.

L’Italia è la nazione prima classificata al mondo per la pasticceria, dopo aver battuto degni avversari nel corso dell’edizione 2021 della Coppa del Mondo di Pasticceria (Coupe du Monde de la Pâtisserie) con un dolce che celebra la natura. Al secondo posto il Giappone e al terzo la padrona di casa, la Francia. La squadra vincitrice ha portato a casa 21.000 euro, la seconda classificata 12.000 euro e la terza classificata 6.000 euro.

Alla squadra cilena è stato assegnato un premio speciale per lo spirito di squadra, mentre il premio sostenibilità per zero rifiuti è andato alla Svizzera. Dopo 50 selezioni nazionali e 4 continentali, 11 paesi hanno dedicato il proprio tempo alla creazione dei loro dessert da capolavoro, esposti nella finalissima, tenutasi all Sirha Lyon. Gli altri finalisti, Regno Unito, Egitto, Corea del Sud, Russia, Algeria e Messico, si sono dati da fare, al fine di trionfare nel più grande evento della loro professione.

Pasticceria
Pasticceria

Coppa del mondo di pasticceria, chi sono i vincitori

La coppa del mondo di pasticceria è stata conquistata da Lorenzo Puca, designer dello zucchero, Andrea Restuccia, pasticcere, nonché da Massimo Pica che, nella vita, fa il cioccolatiere. Hanno raggiunto l’ambito podio al Sirah, salone della ristorazione di Lione. I tre hanno realizzato un dessert perfetto da ristorante: si tratta di una categoria introdotta quest’anno, che ha permesso al trio di conquistare la giuria con un dolce che celebrava la natura, realizzato in 10 ore. La foto:

Il trio a realizzato una torta gelato, un dessert da ristorante e un dolce al cioccolato: creazioni che hanno permesso all’Italia di battere il Giappone e la Francia, classificatisi rispettivamente al secondo al terzo posto, vincendo con la torta che è stata intitolata The Art of Nature che, come potete vedere dalle foto del post di Instagram, celebra la bellezza e la forza del creato. Ergendosi per 1,65 m centimetri di altezza il dolce realizzato dai tre partecipanti italiani alla coppa del mondo di pasticceria rappresenta una scultura di insetti e di fiori, realizzati interamente in cioccolato: dalla foto, si notano anche un ape gigante e due grandi formiche, che ricevono del miele dall’insetto.

L’organizzazione della competizione

Ogni squadra ha dovuto affrontare due prove artistiche: una creazione artistica di zucchero e una artistica, realizzata in cioccolato. Inoltre, sono seguite tre prove di degustazione: 4 dessert da condividere, 4 semifreddi, 10 dessert da ristorante. Per l’edizione del 2021, c’è stata una maggiore spinta all’ecosostenibilità per quel che concerne l’approvvigionamento dei prodotti e i gusti naturali: è stato attuato, infatti, il divieto di utilizzare additivi, il che significa che coloranti, polveri glitter (E172) e biossido di titanio sono stati totalmente banditi.

Valrhona e CapFruit sono stati partner della competizione. Juliana Lepan, responsabile marketing di Valrhona, ha dichiarato a Euronews che la loro presenza ai Mondiali di pasticceria non è stata attuata solo per visibilità. “Siamo stati con la competizione sin dal suo inizio e svolgiamo un ruolo di supporto agli chef che vengono a mostrare al mondo la loro innovazione“.

Sebbene sia un piccolo attore dell’industria globale del cioccolato, il marchio ha ambizioni valide, che riflettono i cambiamenti nella competizione di quest’anno. “Sempre più clienti si impegnano in una visione sostenibile“, afferma Lepan. “Anche il cliente finale chiederà questi standard, ma questa visione è globale. Le azioni sono potenti e il mio sogno sarebbe quello di attirare l’attenzione di tutti gli attori del settore per concentrarsi sull’eliminazione degli sprechi alimentari e incoraggiare il commercio equo“.

ultimo aggiornamento: 27-09-2021


Hotel Mandarin di Milano, miglior albergo europeo per Travel+Leisure

Cashback autostrade, come funziona l’app che rimborsa per i ritardi da cantieri