Piatti stellati, nuove escursioni: un nuovo modo di concepire i viaggi in mare per Costa Crociere, che punta alla sostenibilità.

Costa Crociere sta effettuando un rebranding con particolare attenzione all’esplorazione sostenibile e alle partnership culinarie: introdurrà, inoltre, un restyling del logo della “C” che utilizza da oltre 70 anni. “Il nuovo logo Costa non rinuncia al suo valore storico e al suo legame con la grande tradizione dell’azienda, ma si sviluppa in modo contemporaneo e innovativo“, ha affermato Francesco Muglia, vicepresidente marketing globale di Costa.

Costa Crociere: il restyling del logo dell’azienda

Tante novità in arrivo da parte di Costa Crociere, a partire dal simbolo che, da sempre, la rappresenta. Nel nuovo logo, la parte inferiore gialla della C rappresenta la terra e la parte superiore blu, invece, il mare. In precedenza, la C nel logo Costa avvolgeva i fumaioli blu e gialli, presenti sulle navi Costa che sono stati a lungo gialli e decorati con una C blu. Costa ha descritto il nuovo font per la C “più pulito, più contemporaneo e digitale“.

Nave da crociera
Nave da crociera

La compagnia di crociere italiana ha reinventato il logo come parte di un nuovo concept che si concentra sull’esplorazione della destinazione in tre aree chiave: cucina, tour e sostenibilità. Il presidente di Costa Crociere, Mario Zanetti, ha dichiarato che si è “deciso di rinnovare completamente la nostra offerta. Le novità sono così significative che possiamo parlare di un modo tutto nuovo di viaggiare con Costa“.

E aggiunge: “Da più di 70 anni Costa è sinonimo di viaggi in crociera. In questo momento così importante per la ripresa del turismo, abbiamo voluto riscrivere il futuro delle crociere in modo più responsabile e attento alle persone e al pianeta, con l’obiettivo di riportare il settore alla crescita costante che aveva visto prima del 2020“.

Le nuove offerte culinarie e attenzione alla sostenibilità

Nell’ambito di questo cambiamento, Costa Crociere introduce i Destination Dishes, ricette di tre chef stellati Michelin che interpreteranno i sapori legati ai luoghi visitati. I piatti saranno serviti nei principali ristoranti di tutte le navi Costa e saranno compresi nel prezzo della crociera. Gli chef sono l’italiano Bruno Barbieri, la francese Hélène Darroze e lo spagnolo Angel Leon. Un video da Twitter:

Gli chef creeranno anche piatti per Archipelago, ristorante della Costa Smeralda e – a breve – anche su altre navi della flotta. Arcipelago offre tre menu – uno per ogni chef – ciascuno con cinque voci che riflettono le destinazioni visitate durante la crociera. Il design del ristorante presenta una scultura in rame che racchiude pezzi di legno galleggiante e altre installazioni, utilizzando legno recuperato dalla riva, azione che avvalora il tema della sostenibilità.

Per ogni cena consumata ad Arcipelago, Costa devolverà parte del ricavato a Costa Crociere Foundation per supportare progetti ambientali e sociali. Costa ha affermato di aver ripensato l’intera gamma di tour per concedere agli ospiti di esplorare luoghi raramente visitati, offrendo itinerari di crociera rinnovati per concedere soggiorni più lunghi nei porti.

ultimo aggiornamento: 08-10-2021


Mattel dedica una bambola a Samantha Cristoforetti, per ispirare le nuove generazioni

Genova istituisce il Registro della bigenitorialità a tutela dei minori