Lo stato di emergenza sarà prorogato oltre il 31 luglio 2021, per far fronte alla variante Delta del COVID-19 e raggiungere l’immunità di gregge?

Lo Stato d’emergenza legato alla pandemia di COVID-19 potrebbe essere prorogato oltre il 31 luglio 2021, data in cui sarebbe dovuto finire il termine stabilito, inizialmente, per far fronte alla situazione sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus. Ciò accade per un motivo ben preciso: la preoccupazione che aleggia intorno alla variante Delta del virus che ha già fatto risalire i contagi in Gran Bretagna e che potrebbe circolare anche nel resto d’Europa. Una decisione dettata anche dagli ultimi accadimenti legati all’emergenza sanitaria: l’approvvigionamento delle dosi, i casi legati ad AstraZeneca e la questione relativa a una terza dose di vaccino.

Covid: stato di emergenza prorogato oltre il 31 luglio

Lo stato di emergenza fu fissato, per la prima volta, il 21 gennaio 2020 ed è stato prorogato per cinque volte, fino ad arrivare al 31 luglio 2021. Si pensava che questa fosse la data definitiva per mettere un punto a questo periodo emergenziale, dettato dalla pandemia di Coronavirus e, invece, dovremo ricrederci: infatti, il Governo – con molta probabilità – porterà più in avanti questo termine al fine di far fronte alla situazione che si è delineata nelle ultime settimane.

Variante delta indiana di COVID-19
Variante delta indiana di COVID-19

Ci riferiamo alla variante delta indiana del COVID-19 che si è già diffusa in Gran Bretagna e che ha messo in guardia anche gli altri paesi dell’Unione Europea, tra cui l’Italia. Per questo motivo, non si può alzare, fin da subito, bandiera bianca, bensì si deve mantenere uno stato di allerta al fine di tenere sotto controllo l‘approvvigionamento delle dosi di vaccino e trattare le questioni legate ad AstraZeneca.

Pareri a favore e opinioni discordanti

C’è chi è d’accordo e chi meno sulla proroga dello stato d’emergenza. Matteo Salvini, infatti – come riporta IlSole24Ore – afferma: “Non abbiamo ancora parlato con Draghi ma a mio avviso non ci sono i presupposti per trascinare lo stato di emergenza. Credo sarebbe un bel messaggio, come dire il peggio è passato“.

La ministra per gli Affari Regionali e le Autonomie nel Governo Draghi, Mariastella Gelmini, ha un’idea diversa riguardo la proroga dello stato d’emergenza. Ecco cosa riporta IlSole24Ore:

Tutti vorremmo evitare lo stato di emergenza, come italiana auspico che se ne possa fare a meno quanto prima, ma dall’altro lato non possiamo correre rischi. La valutazione sulla proroga dello Stato di emergenza la farà il Governo con il supporto dei tecnici e del Cts: non si deve abusare della proroga perché sono poteri speciali utilizzati solo dove strettamente necessario, ma la variante Delta non deve essere sottovalutata. Errore che il Governo non farà“.

Al momento, dunque, bisogna proseguire con la campagna vaccinale: secondo il Commissario Francesco Paolo Figliuolo, si arriverà alla immunità di gregge solamente a settembre, mese in cui l’80% della popolazione italiana sarà vaccinata.


Ferrero continua ad espandersi: compra i biscotti Burton’s

Stop alla mascherina all’aperto dal 15 luglio, ma bisognerà portarla sempre con sé