Roma è candidata all’Expo 2030, insieme a lei Busan, in Corea del Sud, e Riyadh, capitale dell’Arabia Saudita.

La sfida per Roma non è facile ma il sindaco Roberto Gualtieri si è mostrato fiducioso. Riuscirà la città a diventare una capitale green per ospitare l’Expo 2030? Il progetto con tutti i dettagli verrà presentato il 7 settembre, dunque ormai manca davvero poco. A contendersi il primato, oltre Roma, ci sono la città coreana Busan e quella dell’Arabia Saudita, Riyadh. Per aggiudicarsi il posto la capitale italiana si concentrerà sulla sostenibilità ambientale e sulle emissioni zero. A tal proposito il Sindaco ha parlato di un “Expo della sostenibilità”.

La tutela dell’ambiente passa dall’Expo

Mai come in questi mesi il cambiamento climatico, frutto soprattutto di pratiche sbagliate da parte della collettività, sta dando prova delle sue terribili conseguenze. Non si può più aspettare, è tempo di prendersi cura dell’ambiente. Per questo il prossimo evento mondiale potrebbe strizzare l’occhio verso il green. In particolare il sindaco Roberto Gualtieri ha spiegato che ci sarà una grande centrale green che lo alimenterà integralmente rendendolo neutrale per quanto riguarda le emissioni. Il progetto prevede una grande comunità energetica, del verde, della natura, della sostenibilità. Diversi esponenti del governo Draghi si erano detti a favore della candidatura di Roma e adesso, con la crisi che è avvenuta, la paura è che possa venire meno quella spinta e quella necessaria diplomazia politica.

roma colosseo panorama
Roma

Expo 2030: la grande opportunità di Roma

La strada tracciata dall’Italia in ottica green sembra procedere nella giusta direzione. Per questo è stata giudicata positivamente nei passi fatti verso la sostenibilità. Adesso potrebbe toccare a Roma, però, dover dimostrare al mondo intero che un grande evento in ottica green come l’Expo 2030 è possibile. Inoltre per la capitale italiana potrebbe essere l’occasione per una modernizzazione per quanto riguarda il trasporto pubblico e il decoro urbano. Il Sindaco ha assicurato per l’occasione un grande rilancio del trasporto pubblico con nuove tranvie e metropolitane. Ma sarà soprattutto un evento a mobilità sostenibile. Per questo il progetto prevede un grande corridoio verde che porterà dal Foro romano al nuovo foro Expo.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 18-08-2022


Gli americani amano così tanto Firenze che Florence è uno dei nomi di persona più popolari negli Usa

Al via i tirocini per diventare pastori: il progetto della Lombardia