Ferrarelle diventa socio della giovane impresa napoletana Sanidrink: l’obiettivo della storica società di acque minerali è rendere bottiglie e imballaggi più sicuri e sostenibili.

Ferrarelle ha chiuso un accordo con Sanidrink, la start up nata con l’obiettivo di rendere sicure le bevande presenti per lungo tempo all’interno di borracce riutilizzabili e bottiglie riciclate. LGR Holding SpA, capogruppo della storica società imbottigliatrice delle acque minerali, ha deciso di investire sulla giovane impresa rilevando una quota del 30%. L’obiettivo di Ferrarelle è lo sviluppo di una nuova tecnologia da applicare a bottiglie e imballaggi per garantire un livello maggiore di sicurezza e sostenibilità.

Ferrarelle Sanidrink: chiuso l’accordo

Sanidrink è una start up di Napoli che ha inventato una innovativa tecnologia antimicrobica per la sicurezza alimentare e il packaging sostenibile. Grazie all’uso di materiali polimerici con peptidi antimicrobici brevettati che riduce il problema della contaminazione causata dai batteri, la tecnologia green di Sanidrink rende le bottiglie d’acqua riutilizzabili più sicure anche dopo molte ore.

La giovane azienda napoletana, creata da Aniello Cammarano e Annunziata Cummaro e partecipata dell’acceleratore Materias che ne detiene la maggioranza delle azioni, è attiva anche nel settore biomedicale. Tra i loro progetti c’è lo sviluppo di soluzioni all’avanguardia che garantiscono dispositivi medici meno suscettibili di infezioni.

Il Gruppo Ferrarelle è tra i primi cinque player del mercato delle acque minerali in Italia. I peptidi di Sanidrink potranno essere applicati ai diversi materiali degli imballaggi, come plastica, vetro e alluminio. L’operazione di acquisizione è stata assistita per Ferrarelle dallo studio legale Bdl di Maurizio Pinnarò e per Materias dallo studio Lipani Catricalà e dall’advisor finanziario Elio Mendillo.

L’ingegnere chimico Luigi Nicolais, presidente di Materias e Campania Digital Innovation Hub e professore di Scienza e tecnologia dei materiali all’Università Federico II di Napoli, già a capo del CNR, guiderà il gruppo di lavoro tecnico-scientifico sulla ricerca e lo sviluppo della tecnologia. La nuova presidente di Sanidrink sarà Caterina Meglio, co-founder e Ceo di Materias. Nel CdA i consiglieri saranno Annunziata Cummaro, Giuseppe Dadà e Francesco Loreto. Carlo Giello, direttore generale della LGR Holding SpA, diventerà l’amministratore delegato.

Sanidrink, Ferrarelle sposta la sede a Riardo

La sede operativa di Sanidrink sarà spostata da Napoli a Riardo, in provincia di Caserta, dove si trova il Parco delle Sorgenti Ferrarelle, patrocinato dal FAI dal 2010. È proprio questa vasta area naturale nel cuore dell’alto casertano, una distesa di 145 ettari con sette sorgenti nel suo sottosuolo, a dare origine alla famosa acqua effervescente naturale.

La scelta del Parco Fonti di Riardo come sede di Sanidrink “sottolinea la volontà del Gruppo – fa sapere la società Benefit – di continuare a sviluppare in Campania importanti know-how sia industriali, come nello stabilimento di riciclo della plastica PET di Presenzano, che scientifici come nel sostegno oramai decennale all’Istituto Telethon di Genetica e Medicina di Pozzuoli”.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 08-10-2022


Bonus ristrutturazione casa 2022: tipologie, inoltro domanda e scadenze

Germania, primo treno a idrogeno al mondo: il progetto Coradia iLint è un traguardo storico