La Sapienza è per il secondo anno consecutivo il migliore ateneo al mondo in Studi classici nella classifica di QS World University Ranking by Subject 2022.

La Sapienza non si ferma più. Dopo aver ceduto il primato a Oxford nel 2020, l’ateneo romano si conferma per il secondo anno consecutivo come la migliore università del mondo per gli Studi classici. Strappata agli inglesi la superiorità nella classifica del 2021, La Sapienza rinsalda il dominio in vetta alla QS World University Ranking by Subject 2022, la prestigiosa classifica dei migliori programmi di studio universitari del mondo.

La classifica delle migliori università al mondo nel 2022

Stilata ogni anno dagli analisti di QS Quacquarelli Symonds, la WURS stabilisce un’analisi comparativa delle prestazioni di 15.200 programmi di 1.543 università internazionali con 14,7 milioni di articoli e quasi 96 milioni di citazioni e survey reputazionali valutati su un campione di oltre 130.000 accademici.
QS include 56 atenei italiani in questa lista. L’Italia è settima nella classifica per nazioni e piazza 507 università in graduatoria. Grazie a La Sapienza di Roma ottiene il primato mondiale nella sezione Classic and Ancient History. L’ateneo romano incrementa il punteggio in termini assoluti: 99,2 contro il 96,9 del 2021.

L’Italia è anche seconda a pari merito con la Francia per il numero di piazzamenti tra le Top 10 al mondo. La media italiana di posti in classifica per numero di università è di 9,1, superiore alla media europea di 8,7. Questi risultati eccellenti si devono pure al Politecnico di Milano e alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

Una lezione all'università
La Sapienza di Roma, il Politecnico di Milano e la Normale di Pisa in vetta alla QS World University Ranking by Subject 2022

Il Politecnico ottiene due dipartimenti tra i primi dieci al mondo: Arte e Design (in quinta posizione, come nel 2021) e Architettura in decima come nel 2021. La Normale guadagna invece un posto in classifica per gli Studi Classici e Storia Antica ed è sesta al mondo. Non solo: quattro dipartimenti debuttano in lista direttamente tra i migliori 50 al mondo. Si tratta di Pisa con Veterinaria, La Sapienza con Gestione delle biblioteche e dell’informazione, la Cattolica con Classici e Storia Antica e il Politecnico con Ingegneria mineraria.

Sono 55 i nuovi posti in classifica rispetto al 2021, 210 dei corsi classificati che mantengono la stessa posizione, 138 che scendono e 104 che salgono. Delle 56 università italiane in lista, le new entry sono l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico per le Arti dello Spettacolo, l’Università della Calabria per Fisica e Astronomia, l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli e l’Università degli Studi Gabriele d’Annunzio Chieti – Pescara per Medicina.

La Sapienza prima al mondo per Studi classici: la Top 10 italiana

La classifica è compilata utilizzando sondaggi globali di QS su accademici e datori di lavoro, che vengono utilizzati per valutare la reputazione internazionale delle istituzioni in ogni materia. Ci sono poi due indicatori che valutano l’impatto della ricerca, sulla base delle citazioni per articolo scientifico e dell’H-index. Questi dati provengono dal database Scopus di Elsevier, il database di citazioni di ricerca più completo al mondo. Da quest’anno è stato inoltre inserito l’International Research Network (IRN), un indicatore che mette in luce le collaborazioni di ricerca internazionale.

Le Top 10 delle università italiane per numero di posti in classifica è formata da:

  • La Sapienza di Roma
  • Politecnico di Milano
  • Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
  • Università di Milano
  • Università di Padova
  • Politecnico di Torino
  • Università di Pisa
  • Università Cattolica del Sacro Cuore
  • Università Ca’ Foscari di Venezia
  • Università di Napoli Federico II

Nella classifica globale, le università statunitensi sono in testa in 28 delle 51 materie classificate. Harvard e il MIT rimangono gli atenei con le migliori prestazioni, classificandosi al primo posto in dodici materie. L’ETH di Zurigo è la migliore università europea al primo posto in tre materie e quello svizzero è il terzo migliore sistema universitario al mondo. L’Australia è il quarto paese più rappresentato per numero di posti in classifica. La Cina è infine al quinto posto a livello internazionale per numero di programmi (100) che raggiungono una posizione Top 50.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 15-04-2022


Chiamate moleste: finalmente arriva il blocco del telemarketing aggressivo

Le donne più ricche del mondo nel 2022: Françoise Bettencourt Meyers batte tutte