Modena nominata città creativa per Media Arts da parte dell’UNESCO. Anche Como è stata nominata nel settore dell’Artigianato e Arte popolare.

L’UNESCO ha nominato Modena come città creativa per Media Arts. Un grande soddisfazione per la città, visto che è la prima italiana a ottenere questo importante riconoscimento. Audrey Azoulauy – direttrice generale dell’UNESCO – ha formalizzato la nomina a Parigi durante la conferenza generale che ha individuato 49 città mondiali. Oltre a Modena, è stata nominata anche Como per il settore Artigianato e Arte popolare.

Modena nominata dall’UNESCO: le parole del sindaco

Modena nominata come città creativa per Media Arts dall’UNESCO. Il sindaco della città, Gian Carlo Muzzarelli, ha commentato così l’evento: “È un riconoscimento importante di cui siamo orgoglioso. Entrare a far parte della Rete delle città creative Unesco è una grande opportunità, nella quale abbiamo creduto fin dall’inizio, dedicando attenzione, energie e tantissimo lavoro di squadra a un progetto che facesse emergere tutti i valori della nostra città e siamo riusciti a ottenere il risultato in cui speravamo e che è un ulteriore incentivo a continuare a investire nella cultura, settore decisivo per la rinascita della nostra comunità“.

Modena
Modena

Anche Andrea Bortolamasi, assessore alla cultura, esprime la propria gioia in merito: “il merito di questa nomina è collettivo e il riconoscimento premia il grande lavoro di rete svolto da tutto il comitato che ha sostenuto la candidatura in un lavoro corale e costante iniziato oltre un anno fa e che testimonia la grande vitalità dell’ecosistema culturale della nostra città“.

Essere la prima città italiana nel cluster delle Media Arts – aggiunge – per noi ha un valore profondo ed è uno stimolo che ci impegna a proseguire nel percorso di trasformazione e innovazione in ambito culturale, sugli assi della creatività e di un dialogo sempre maggiore tra saperi umanistici e scientifici e sulle innovazioni digitali applicate alla cultura e ai suoi linguaggi“.

Como nominata nel settore Artigianato e Arte popolare

Anche Como ha ottenuto il riconoscimento di Città Creativa UNESCO per quel che concerne l’artigianato e la lavorazione tessile, specificamente nella creazione della seta.

Della rete delle Città creative fanno parte ben 300 città del mondo, le quali cooperano per raggiungere l’obiettivo di porre al centro dello sviluppo internazionale la creatività e l’industria culturale.

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 20-11-2021


L’Unesco compie 75 anni: l’Italia si conferma prima in classifica per numero di Patrimoni dell’Umanità

Black Friday, l’Italia è il Paese europeo che spende di più nel venerdì nero dello shopping