Leonardo.it

Il conio italiano rende omaggio al personale sanitario che ha lottato in prima linea contro il COVID-19: sono in arrivo le monete a loro dedicate.

Il COVID-19 ha messo a dura prova l’intera popolazione mondiale, ma è stato il personale medico ad aver vissuto davvero in trincea. Dobbiamo dire grazie a milioni di medici, infermieri, operatori sociosanitari e volontari se il sistema ospedaliero è riuscito a salvare tantissime vite. A tal proposito, il conio italiano ha deciso di rendere omaggio ai camici bianchi dedicando loro una nuova moneta da 2 euro.

A partire dal 2021, in tutto il Paese, circoleranno tre milioni di monete che avranno impresso un “Grazie” che viene dal cuore. Un gesto piccolo in confronto a quanto ha vissuto e continua a vivere il personale medico, ma pur sempre un grande tributo.

COVID-19: le monete da 2 euro dedicate al personale sanitario

La Commissione permanente tecnico-artistica monetaria, così come ha ufficializzato la Gazzetta Ufficiale del 10 dicembre 2020, ha deciso di omaggiare il personale sanitario con nuove monete da 2 euro. Pertanto, dal 2021, il conio italiano imprimerà 3 milioni di pezzi con un’immagine significativa.

Un uomo e una donna con il camice e la mascherina. Il primo con una cartellina in mano e la seconda con uno stetoscopio al collo. Sopra a queste due figure campeggia la scritta “Grazie“, corredata a sinistra da una croce e a destra da un cuore. Un modo per ringraziare i medici, gli infermieri, gli operatori sociosanitari, i volontari e tutto il personale impegnato in prima linea contro il COVID-19.

La reazione del personale ospedaliero

Considerando che il 2020 entrerà di diritto nei libri di storia, immaginiamo che anche questa nuova moneta avrà lo stesso destino. Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (FNOMCEO), ha dichiarato al Corriere:

“Un gesto semplice ma significativo, che dà simbolicamente valore all’impegno dei medici e degli altri operatori sanitari nella pandemia di COVID. Un impegno volto a salvare ogni vita perché ogni vita conta. Conta fino al punto che sono 264 i medici che in questi mesi l’hanno donata per salvare quella degli altri. Perché nessuno può essere lasciato solo”.

La nuova moneta da 2 euro non è il primo omaggio che lo Stato riserva al personale sanitario. Lo scorso Giugno, infatti, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva conferito l’onorificenza di Cavaliere al Merito a 57 cittadini particolarmente distintisi nel servizio alla comunità durante l’emergenza Coronavirus, 11 dei quali proprio medici.