Nella lista delle città con qualità della vita migliore, Parma e provincia scalano ben 38 posti: la città ducale conquista la vetta, tallonata da Trento e Bolzano.

È Parma la prima città d’Italia per qualità della vita. Lo rivela la classifica 2021 stilata da Italia Oggi e Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni. La città ducale scala la bellezza di 38 posizioni rispetto al 2020 e conquista la vetta mettendosi alle spalle Trento e Bolzano. La sorpresa arriva fuori dal podio. Risalgono le metropoli: Bologna e Milano sono al quarto e quinto posto.

Qualità della vita 2021: la Top 10

I numeri sono impressionanti: Bologna guadagna 23 posizioni e Milano addirittura 40. Dopo aver strappato il primato della città con il museo migliore al mondo grazie alle Gallerie degli Uffizi, Firenze si piazza al sesto posto: +25 rispetto al 2020. È enorme pure il balzo di Trieste: settima posizione e +40 in appena un anno. Si deve accontentare del nono posto Pordenone, quasi sempre in testa nelle passate edizioni. Scende in ottava posizione Verona, in decima c’è Monza e Brianza.

Il primato di Parma – fanno sapere da Italia Oggi – “deriva dal piazzamento nel gruppo 1 in 4 dimensioni su 9 (in linea con quello conseguito da Pordenone lo scorso anno)”. Parma appartiene inoltre “al cluster Metropoli, ossia il raggruppamento di aree urbane del centro-nord che ha fatto registrare un’ottima capacità di reazione alla pandemia”.

  1. Parma (+38 posizioni)
  2. Trento (=)
  3. Bolzano (+5)
  4. Bologna (+23)
  5. Milano (+40)
  6. Firenze (+25)
  7. Trieste (+40)
  8. Verona (-2)
  9. Pordenone (-8)
  10. Monza e Brianza (+5)
Piazza del Duomo a Parma
Piazza del Duomo a Parma

Nella classifica 2021 della qualità della vita, il Sud si conferma ancora una volta maglia nera. Per trovare Roma bisogna scivolare al posto numero 54: quattro in meno rispetto allo scorso anno, quando occupava la posizione 50.

Crotone scivola addirittura dal penultimo all’ultimo posto. La città pitagorica “è nel gruppo di coda in 5 dimensioni (affari e lavoro, ambiente, istruzione e formazione, reddito e ricchezza, tempo libero), pur essendo in posizioni di vertice con riferimento alla sicurezza sociale e registrando risultati sopra la media nella dimensione demografica”.

Classifica qualità della vita: Sud maglia nera

Sopra Crotone ci sono Napoli (era al posto 103, scende a 106), Foggia (che risale due posizioni) e Siracusa, stabile a 104. Fa ancora peggio Taranto che passa dalla posizione 94 alla 103. Male anche Messina, Palermo, Catania, Caltanissetta e Vibo Valentia.

La prima città del Sud è Matera in 55esima posizione, una in meno rispetto al 2020. Buone le prestazioni di Viterbo (70esima, +14 posti) e Pescara (73esima, +8). Disastrosa Benevento: la città amministrata da Mastella crolla di 46 posizioni, si fa superare da Avellino, Salerno e Campobasso e slitta al 79esimo posto.

Riproduzione riservata © 2021 - LEO

ultimo aggiornamento: 24-11-2021


Prada, di padre in figlio: Lorenzo Bertelli sarà il prossimo Ceo del gruppo

Made in Italy, al via i finanziamenti agevolati per la promozione dei marchi all’estero