Lo rivelano i dati della piattaforma Close the Glass Loop: il tasso di raccolta differenziata italiano è dell’87%, superato già da due anni l’obiettivo dell’Ue.

In Italia il 77,3% degli imballaggi in vetro consumati viene riciclato grazie al suo recupero. Un risultato che va ben oltre l’obiettivo al 2030 fissato dall’Unione europea. Nel riciclo del vetro, l’Italia fa addirittura meglio di Germania e Francia. Lo rivelano i dati – relativi al 2019 – di Close the Glass Loop, la piattaforma coordinata da Feve (la European Container Glass Federation) con la quale produttori, utilizzatori e aziende di trattamento puntano ad aumentare i livelli di differenziata in tutti i Paesi dell’Unione.

Riciclo del vetro: Italia al top

L’Europa ha alzato l’asticella della raccolta differenziata del vetro al 90% entro il 2030. L’Italia è già a buon punto: come mostrano i numeri di Close the Glass Loop, nel 2019 si è registrato un tasso di riciclo del 77,3% che equivale ad un tasso di raccolta dell’87%, con incoraggianti previsioni di crescita per il futuro immediato.

Il confronto con i dati del tasso di raccolta in Germania e Francia è impietoso: nella “verde” Germania si raggiunge l’84%, una percentuale che scende addirittura al 77% in Francia. Sono soltanto sei i Paesi europei che mantengono un tasso superiore al 90%: la Svezia e la Slovenia con il 99%, la Finlandia, la Norvegia e il Belgio con il 98% e la Svizzera con il 94%.

Il riciclo del vetro
L’Italia tra i leader nella circolarità

Nella fascia tra il 70 e il 90% di riciclo, l’Italia – già leader in Europa nel riciclo di rifiuti speciali – ha lo stesso 87% dei Paesi Bassi e fa meglio della “frugale” Austria (86%), della Spagna (80%) e del Regno Unito (72%). Maglia nera per Cipro (47%) e la Grecia (31%), l’Ungheria e Malta (29%) e la Turchia (14%).

Ogni anno in Europa, attraverso il riciclo del vetro, vengono risparmiate oltre 12 milioni di tonnellate di materie prime e si evitano più di 7 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica. La raccolta differenziata del vetro permette inoltre di risparmiare il 2,5% di energia e il 5% di CO2 per ogni 10% di vetro riciclato nel forno.

Il riciclo del vetro in Italia tra i più virtuosi d’Europa

L’Italia da sempre è stata molto attiva nella raccolta e nel riciclo del vetro – fa sapere Gianni Scotti, presidente di CoReVe (Consorzio Recupero Vetro) – e i risultati già ottenuti rendono più semplice raggiungere l’obiettivo numerico posto dalla piattaforma europea”.

I risultati del Piano Specifico di Prevenzione 2021 di CoReVe dimostrano che il riciclo del vetro ha prodotto significativi benefici economici e ambientali: 2,5 milioni di barili di petrolio risparmiati, 86 milioni di euro di ricavi per i Comuni e 320 milioni accantonati dai mancati costi di smaltimento in discarica.

Gli italiani sono tra i cittadini più virtuosi d’Europa, per i volumi della raccolta e riciclo del vetro, quindi confidiamo nel loro supporto – precisa Scotti –. Basti pensare che l’Unione europea ha fissato come obiettivo di riciclo per il 2030 il 75% e che noi, quel traguardo, lo abbiamo superato già due anni fa”.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 16-02-2022


Medicina, test d’ingresso 2022/2023: grandi cambiamenti a partire da settembre

Vola l’acquisto di biciclette: sono tra gli oggetti più cercati e venduti online