Il Ponte di Rialto di Venezia torna in tutto il suo splendore: il restauro da 5 milioni è terminato con ben 6 mesi di anticipo.

Venezia ha il suo ‘nuovo’ Ponte di Rialto, il passaggio più antico della città lagunare per attraversare il Canal Grande. L’opera è stata riportata al suo vecchio splendore grazie ad un restauro da 5 milioni di euro, finanziato dal Gruppo di Renzo Rosso. Strano ma vero, il lavoro è stato portato a termine con ben 6 mesi di anticipo rispetto alla tabella di marcia.

Venezia, Ponte di Rialto restaurato: le cifre

Ci sono volute circa 80 mila ore di lavoro per riportare il Ponte di Rialto di Venezia al suo vecchio splendore. Il restauro ha visto la presenza di ben 130 persone, tra restauratori, operai e tecnici, che si sono mosse su 5.500 metri quadri di ponteggi. Iniziata nel 2012, l’opera di ristrutturazione è andata avanti per ben 9 anni e ha avuto un costo di 5 milioni di euro. Finanziata da Renzo Rosso, l’inaugurazione, oltre alla sua presenza, ha visto: la madrina Cristiana Capotondi, il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, il presidente del Veneto Luca Zaia, il sindaco Luigi Brugnaro e il Patriarca Francesco Moraglia. Presente anche Andrea Bocelli, che ha cantato l’Inno d’Italia e l’aria Nessun dorma dalla cima del Ponte di Rialto.

Venezia è una città bellissima, merita giustamente rispetto, è il simbolo del turismo italiano nel mondo, quindi va tutelata ancora di più. Dopo di che, guardiamo al futuro: l’estate è andata bene, molto bene, non è ancora finita, abbiamo una coda di estate molto interessante e poi ci mettiamo a lavorare per l’inverno, perché ciò che ci interessa avere è anche una serena stagione invernale“, ha dichiarato il ministro Garavaglia nel corso dell’inaugurazione del Ponte di Rialto.

Il restauro ha reso possibile anche il ripristino conservativo della pavimentazione dei sottoportici di Rialto. I tecnici, utilizzando una pulitura al laser e a vapore, hanno lavorato sui bassorilievi, sulle targhe e sui mascheroni che decorano il ponte. Hanno realizzato un sottofondo del pavimento in calce e cocciopesto, rendendolo impermeabile con guaine elastiche, e hanno consolidato le basi strutturali con fibre di carbonio e acciaio duplex.

Ponte di Rialto: polemica da parte dei veneziani

Mentre i turisti hanno accolto con gioia la fine del restauro del Ponte di Rialto, alcuni abitanti di Venezia hanno dato il via ad una polemica non indifferente. Ad averli fatti infuriare tanto, così come dimostrano i numerosi messaggi social, è la “mattonella“, ovvero il lastrone in pietra d’Istria della pavimentazione, posizionata in cima al ponte per ricordare il finanziatore del restauro. Stiamo parlando, ovviamente, del Gruppo capitanato da Renzo Rosso. Qualcuno l’ha addirittura definito un “vistoso lenzuolo“, mentre altri hanno criticato la scelta del metallo, chiedendo l’intervento della Soprintendenza ai Beni Culturali.

ultimo aggiornamento: 15-09-2021


Orticola 2021, un tripudio di piante e fiori avvolge Milano

Cous Cous Fest 2021: in Sicilia si festeggia il piatto simbolo del Mediterraneo