L’egittologo Christian Greco è il direttore del Museo Egizio più antico al mondo, quello di Torino: ecco la sua storia.

Christian Greco è il direttore del Museo Egizio di Torino, famoso a livello internazionale. Parla circa 9 lingue e alle spalle ha tanta gavetta che l’ha portato ad arrivare al ruolo che ricopre. Ma chi è e perché ha scelto di lavorare proprio a contatto con il mondo egizio? Scopriamo qualcosa in più, tra biografia, carriera e vita privata, su di lui.

Chi è Christian Greco: biografia

Nato il 15 aprile 1975 ad Arzignano (Vicenza), Christian Greco è il direttore del Museo Egizio dal 2014. Si è diplomato nel 1994 con il massimo dei voti al Liceo ginnasio statale Antonio Pigafetta di Vicenza e nel 1999 si è laureato in Lettere classiche all’università di Pavia con una tesi in Archeologia del vicino Oriente. Grazie al progetto Erasmus la sua formazione continua a Leida, in Olanda, dove si è laureato in Egittologia.

Lì ha vissuto per 17 anni e per pagarsi gli studi ha fatto perfino il portiere di notte. Parla italiano, olandese (che considera la sua lingua di riferimento), inglese, tedesco, francese e arabo. A queste si aggiungono le lingue antiche del greco e del latino grazie alle quali ha insegnato per sette anni nei licei classici olandesi. Infine parla anche le lingue dell’antico, del medio e del neo egiziano.

La carriera di Christian Greco

Dal 2006 al 2010 ha ricoperto il ruolo di epigrafista dell’Epigraphic Survey of the Oriental Istitute of the University of Chicago a Luxor. Ma la vera svolta arriva nel 2009 con il ruolo di assistente al Rijksmuseum van Oudheden, il Museo archeologico di Leida, e in seguito è diventato conservatore della Sezione Egizia dello stesso museo. Nel 2012 diventa docente alla facoltà di Archeologia dell’università di Leida e dal 2015 è co-direttore della missione archeologica italo-olandese a Saqqara.

Foto statua egizia antica
Museo Egizio

La sua grande esperienza in ambito museale l’ha portato a curare diversi progetti in Olanda, Giappone, Finlandia, Spagna e Scozia. E’ inoltre coinvolto nei corsi di cultura materiale dell’antico Egitto e di museologia dell’università di Torino, della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, della New York University di Abu Dhabi e della Scuola IUSS di Pavia.

Il lavoro al Museo Egizio

Viene eletto direttore del Museo Egizio di Torino il 28 aprile del 2014 spiccando su ben 101 candidature. Il 17 giugno, sempre del 2014, diventa inoltre membro del Comitato tecnico-scientifico per i Beni Archeologici del Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT). Come direttore del Museo ha guidato e diretto il progetto di ri-funzionalizzazione portato a termine il 31 dicembre 2015. Tale rinnovo dell’allestimento e del percorso espositivo ha portato alla trasformazione dell’Egizio da museo antiquario ad archeologico. Da quando è direttore del Museo ha creato importanti collaborazioni in tutto il mondo con musei, università e istituti di ricerca.

La vita privata di Christian Greco e guadagni

È una persona molto riservata riguardo alla sua vita privata, per questo non sappiamo se è sposato o se ha figli, e possiamo neanche sbirciare il suo profilo Instagram perché non ne possiede uno.

Per quanto riguarda i suoi guadagni, sappiamo che come direttore del Museo Egizio percepisce circa 120mila euro all’anno.

Riproduzione riservata © 2022 - LEO

ultimo aggiornamento: 25-06-2022


Angelo Moriondo: la storia dell’inventore della macchina del caffè

Chi è Samantha Cristoforetti, prima donna italiana ad entrare negli equipaggi dell’ESA