Freddie Figgers è CEO della Figger Communication, ma anche inventore e programmatore. Scopriamo la sua vita, dall’abbandono al successo.

Amministratore delegato della Figger Communication, Freddie Figgers è anche un programmatore e un inventore molto noto nel suo ambiente. La sua azienda, non a caso, è valutata oltre 62 milioni di dollari. Scopriamo la sua biografia, dall’abbandono da bambino nella spazzatura al successo.

Chi è Freddie Figgers: la biografia

Classe 1989, Freddie Figgers è stato abbandonato ancora in fasce in un cassonetto della spazzatura. Trovato da un passante e portato subito in ospedale, venne curato e poi dato in affidamento alla famiglia di Nathan e Betty Figgers. È cresciuto con loro a Quincy, una zona rurale della Florida, dove tutti conoscevano la sua storia. È per questo che, fin dai tempi della scuola elementare, è stato oggetto di bullismo: lo chiamavano Dumpster Baby (bambino cassonetto) oppure Trash boy (ragazzo spazzatura).

Questo stupido ‘trattamento’ ricevuto dai suoi coetanei, però, l’ha spinto verso il successo. Il papà adottivo, infatti, per distrarlo dai problemi gli regalò un vecchio computer, un Macintosh, che aveva trovato in una discarica. Il pc non funzionava e, invece che portarlo da un tecnico, iniziò a smontarlo e rimontarlo. Aveva soltanto 9 anni, ma riuscì a ripararlo.

Nel 2004, a soli 15 anni, Freddie ebbe un’idea geniale, la stessa che gli aprì le porte del successo. Dopo un tornado, un concessionario di auto della sua zona aveva perso tutti i file dei suoi clienti e lui gli offrì i suoi servizi di cloud computing. Figgers lavorava dal giardino della sua casa, eseguendo i backup delle loro informazioni su un server remoto.

Nel 2009, a soli 20 anni, Freddie ha aperto la sua prima azienda, che oggi è quotata oltre 62 milioni di dollari. Figger è l’amministratore delegato della Figgers Communication, ma anche un programmatore e un inventore molto noto nel suo ambiente. L’azienda si occupa principalmente di computer, applicazioni per l’informatica e dispositivi sanitari.

L’invenzione di Freddie Figgers per i malati di Alzheimer

Oltre ad essere un manager miliardario, Freddie Figgers è anche un inventore che vanta progetti a dir poco geniali. La sua creatura più importante è stata una scarpa speciale che ha creato per suo padre. Quando il genitore ha cominciato a soffrire di Alzheimer ha pensato ad un modo per poterlo aiutare e ha dato vita ad una scarpa che potremmo definire ‘magica’. La calzatura ha, dentro la suoletta, un chip che, grazie al GPS, comunica a colui che la indossa il luogo in cui si trova. Il software in sostegno dei malati di Alzheimer ha avuto un grande successo commerciale, del valore di 2,2 milioni di dollari. È proprio grazie a questo denaro che Freddie è riuscito a fondare la Figgers Communications, diventando il primo uomo di colore a possedere un’azienda di questo genere.

Come fondatore e CEO della sua società, ha dato vita ad altre invenzioni importanti, come il software che blocca i messaggi di testo mentre si è alla guida dell’auto oppure il telefono cellulare con un glucometro wireless integrato per le persone affette da diabete.

Se vedi un problema, trova una soluzione che possa cambiare la vita della gente. Avrò un impatto su questo mondo e cambierò l’oggi per un domani migliore, perché i soldi non sono altro che uno strumento, ma con quello strumento possiamo fare la differenza e migliorare le vite delle persone“, ha dichiarato a Codeblack.com.

4 curiosità su Freddie Figgers

– Freddie Figgers ha vinto il Legacy Awards 2020. “Il grande uso della vita è spenderla per qualcosa che durerà più a lungo. Ricorda che qualcuno è seduto all’ombra oggi perché qualcuno ha piantato un albero molto tempo fa. Pianta il tuo seme e fai crescere la tua eredità oggi“, ha dichiarato con il premio in mano.

– La sua città natale, a partire dal 2020, ha istituito il Freddie Figgers Day, che cade nel giorno del suo compleanno, ovvero il 26 settembre.

– Freddie Figgers ha una bellissima famiglia: è sposato e ha quattro figli, ma non ama mostrare troppo della sua vita privata sul suo profilo Instagram.

– Finanzia una fondazione che aiuta a studiare bambini poveri e abbandonati.

“Family is not an important thing. It’s everything.”

Posted by Natlie G. Figgers on Friday, March 5, 2021

Chi è Adama Sanneh, l’afro-italiano a capo di Moleskine Foundation

Chi è Paolo Gentilini, presidente e amministratore di Biscotti Gentilini