Gigliola Staffilani è stata eletta come membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze negli Usa. Scopriamo la sua biografia.

Eletta membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze negli Usa, Gigliola Staffilani è nata in Italia, precisamente in Abruzzo. È anche la prima donna italiana ad occupare una cattedra presso il prestigioso Department of Mathematics del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston. Scopriamo come ha fatto a diventare una delle matematiche più brave al mondo.

Chi è Gigliola Staffilani: la biografia

Classe 1966, Gigliola Staffilani nasce il 24 marzo a Villa Rosa di Martinsicuro, in provincia di Teramo. Cresce in un fattoria di campagna e nei primi anni della sua vita parla esclusivamente il dialetto del luogo. Fin da piccola ama la matematica e a 10 anni vive un lutto terribile che la spinge ancora di più nel mondo dei numeri. Suo padre muore a soli 43 anni a causa di un cancro al colon. Gigliola, disperata per quella perdita, si butta a capofitto nello studio perché sembra che i numeri le facciano “dividere il dolore“.

Adoravo il fatto che la matematica fosse completamente logica, non c’era nessuna sorpresa. Mi piaceva il fatto di avere il controllo e che una prova non era soggettiva o emotiva. Avevo già abbastanza emozioni negative intorno a me e avevo solo bisogno di un mondo dove nessuna emozione prendesse il sopravvento su tutto“, ha rivelato la Staffilani in un’intervista rilasciata a Roberto Natalini per il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma.

Nonostante la sua grande passione per lo studio, sua madre le chiede di smettere di studiare per iniziare a lavorare ed aiutare la famiglia. Grazie al sostegno del fratello più grande di lei di 10 anni e dei suoi insegnanti, Gigliola riesce ad iscriversi al liceo scientifico di San Benedetto del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. Qui incontra il professore Mario Illuminati, che crede profondamente nelle sue capacità e le suggerisce di provare a vincere una borsa di studio per l’università.

Il successo e la carriera

Staffilani ottiene la borsa di studio e si trasferisce a Bologna, dove si iscrive alla facoltà di matematica. È qui che vive il primo grande cambiamento della sua vita: il passaggio da una piccola comunità di paese ad una grande città è traumatico. Nonostante tutto, non si perde d’animo e incontra un altro professore che crede nelle sue qualità. È proprio su suggerimento del docente che Gigliola decide di proseguire il percorso accademico all’Università di Chicago, in modo da seguire le lezioni di Carlos Kenig.

Questo ennesimo cambiamento, però, significa che il desiderio di sua madre, ovvero che lei diventi insegnante presso la sua città natale, non potrà avverarsi. Decide di seguire la sua passione e si trasferisce in America, dove nel 1989 si laurea. Nel 1991 consegue un master, mentre nel 1995 un dottorato di ricerca. Subito dopo ricopre prima il ruolo di assistente alla Stanford University e poi, nel 2006, docente di matematica pura al Department of Mathematics del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston.

Gigliola Staffilani è stata la seconda donna della storia ad avere una cattedra “full” al MIT di Boston, nonché prima italiana a ricoprire il ruolo. Non a caso, è considerata oggi una delle scienziate migliori al mondo ed è stata eletta membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti D’America. Si tratta di uno dei più alti e prestigiosi riconoscimenti che possano essere attribuiti ad uno scienziato nel mondo.

La vita privata di Gigliola Staffilani: marito e figli

Durante gli anni a Stanford, Gigliola ha conosciuto quello che poi è diventato suo marito. Si tratta di Tomasz Mrowka, classe 1961, di professione insegnante di matematica al MIT di Boston. Specializzato in geometria differenziale, è anche l’ex capo del dipartimento di matematica del Massachusetts Institute of Technology. Così come la moglie, anche lui è stato eletto membro dell’American Academy of Arts & Sciences nel 2007. Nel 2015, invece, è diventato membro della National Academy of Sciences. I due scienziati hanno messo al mondo due figli ed è con loro che trascorrono tutto il tempo libero.

Non ho molto tempo per me stessa, ma quando posso mi piace fare escursioni, prendermi cura del mio piccolo giardino e, soprattutto, chiacchierare con i miei figli e con mio marito“, ha dichiarato la Staffilani a Roberto Natalini per il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma.

2 curiosità su Gigliola Staffilani

Gigliola Staffilani ha ancora un legame molto forte con l’Italia (e la nostra cucina) e appena può torna nella sua città natale, dove vivono i suoi parenti.

– La professoressa di matematica del MIT non possiede alcun profilo social.


Chi è Matteo Del Fante, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane

Chi è Marco Donolato, l’ingegnere che ha inventato un laser per scoprire le malattie infettive