Marta Cartabia è la prima donna ad essere stata eletta Presidente della Corte Costituzionale. Scopriamo la sua biografia.

Prima donna a ricoprire il ruolo di Presidente della Corte Costituzionale, Marta Cartabia è stata voluta da Mario Draghi come ministro della Giustizia. Definita “fedelissima di Sergio Mattarella“, ha un rapporto di estrema fiducia e stima con il Presidente della Repubblica.

Sposata e mamma di tre figli, è anche un’appassionata di sport e ama fare jogging ascoltando ad alto volume la musica rock. Scopriamo insieme la sua biografia, ricca di traguardi importanti.

Chi è Marta Cartabia: biografia e carriera

Marta Cartabia nasce il 14 maggio del 1963 a San Giorgio su Legnano, comune in provincia di Milano. Nel 1987 si la laurea con lode in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi intitolata Esiste un diritto costituzionale europeo?

Dopo il dottorato di ricerca in legge presso l’Istituto universitario europeo di Fiesole, si specializza sui temi della giustizia costituzionale comparata all’Università di Aix-Marseille. Nel frattempo, svolge attività di ricerca all’estero, in particolare negli Stati Uniti.

Marta Cartabia
Marta Cartabia

Ricercatrice di diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano dal 1993 al 1999, fino al 1995 è stata anche assistente di studio presso la Corte Costituzionale. Marta Cartabia ha insegnato Diritto costituzionale in diversi atenei ed è stata Visiting Professor in Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Dal mese di settembre 2020 occupa la cattedra di Diritto Costituzionale e di Giustizia Costituzionale presso l’Università Bocconi di Milano.

Membro dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti dal 2000, dal 2017 fa parte anche della Commissione di Venezia. Inoltre, ricopre diversi incarichi di responsabilità editoriale in tante riviste a carattere scientifico.

Marta Cartabia Presidente della Corte Costituzionale

Dal 2019 al 2020 Marta Cartabia è stata Presidente della Corte Costituzionale. Eletta con 14 voti a favore su 15 (l’unico voto ‘astenuto’ è stato il suo), è diventata la prima donna della storia a ricoprire questo ruolo.

In Italia età e sesso ancora contano, ma è stato rotto un soffitto di cristallo e spero di fare da apripista. Penso alle tante giovani studiose di giurisprudenza che avranno la strada aperta. La magistratura sta beneficiando enormemente delle tante forze femminili che superano abbondantemente il 50% ma sono ancora assenti dalla rappresentanza negli organi come il Csm e dai vertici delle giurisdizioni superiori. Tanta strada resta ancora da fare“, ha dichiarato subito dopo la nomina.

Quanto guadagna il Ministro della Giustizia?

Nel ruolo di Ministro della Giustizia, Marta Cartabia dovrebbe guadagnare quanto i suoi colleghi: tra i 14.634,89 e 13.971,35 euro al mese per senatori o deputati e 4.500 euro al mese per i ministri tecnici.

La vita privata di Marta Cartabia: marito e figli

Sposata e madre di tre figli, Marta Cartabia trascorre il suo tempo libero con la sua famiglia. Ama la montagna, il trekking e il jogging, passioni che condivide con tutta la sua famiglia. Hanno una casa di proprietà in Valle D’Aosta, dove è stata insignita del titolo Ami de la Vallée d’Aoste.

La ministra della Giustizia del Governo Draghi è molto gelosa della sua vita privata e non possiede alcun profilo social.

4 curiosità sul Ministro della Giustizia

-Marta Cartabia è tra i fondatori, nonché co-direttrice, di Italian Journal of Public Law, la prima rivista giuridica italiana interamente in lingua inglese.

-Tra il 2008 e il 2010 è stata componente di FRALEX (Fundamental Rights Agency Legal Experts) presso l’Agenzia dei diritti fondamentali dell’Unione Europea a Vienna, in qualità di esperto giuridico per l’Italia.

-La sua bibliografia annovera oltre 230 pubblicazioni in diverse lingue tra libri, capitoli di libri e articoli.

-Quando pratica jogging, Marta Cartabia ascolta musica rock ad alto volume, soprattutto i Metallica.

ultimo aggiornamento: 22-03-2021


Chi è Laura Colnaghi Calissoni, presidente del Gruppo Carvico

Chi è Mariangela Zappia, la prima donna alla guida dell’ambasciata italiana in USA